Vanoli
Commenta

Supercoppa, Vanoli in finale
battuta Cantù 77-60

 

E’ l’Acqua San Bernardo Cantù il primo ostacolo delle Final Four di Supercoppa per la Vanoli Basket Cremona. In semifinale i biancoblù affrontano la squadra dell’ex Meo Sacchetti che richiama ricordi felici. L’Unieuro Arena di Forlì non regala il pubblico delle grandi occasioni, tutt’altro, ma non manca la voce di un gruppetto di cremonesi. Ad aspettare la vincente della quarta ed ultima gara di giornata (ha giocato anche la B nel pomeriggio) c’è San Severo che, a sorpresa, supera Udine degli ex Cusin, Mian e Gaspardo per 71-69.

E’ all’insegna dell’equilibrio il primo quarto tra Cremona e Cantù con Alibegovic subito in evidenza con 10 punti nella prima frazione di gioco, risponde dall’altro lato del campo Hunt con altrettanti centri. Alla prima pausa, il risultato vede la Vanoli avanti di un possesso 21 a 19. Nel secondo Cremona prova ad allungare con un parziale di 6-0 fino al 27-19, con Cantù capace di rientrare sul 29 pari a metà periodo. Le squadre vanno al riposo sul 41-40 per i biancoblù di Demis Cavina, la Vanoli sbaglia di più (48,3 dal campo contro il 58,1%), ma ne mette di più da oltre l’arco (6 contro 4); bene dalla lunetta con 7/7 senza concedere nemmeno un libero agli avversari.

In avvio di terzo arrivano il quarto fallo di Eboua e il terzo di Denegri a preoccupare Cavina, ma è lo stesso 11 Vanoli a prendere per mano la squadra e portarsi a quota 15, con un +8 su Cantù (52-44) a metà del quarto. Si va all’ultimo riposo sul 59-54 per Denegri e compagni.

La Vanoli ci crede e rompe gli indugi, con un parziale di 7 a 0 si porta sul +12, mantenendo il suo vantaggio praticamente immutato. E’ ancora una volta Denegri il migliore in campo con 24 punti con 6/7 da due, 3/5 da tre e 3/3 dalla lunetta, ma ci sono anche i 14 di Mobio. Finisce 77-60 e per la Vanoli sarà finale domani alle 20:45.

Cristina Coppola

 

© Riproduzione riservata
Commenti