Basket
Commenta

Vanoli, Piacenza passa
al fotofinish: 75-74

Seconda partita del girone verde di Supercoppa per la Vanoli Cremona che, al PalaBanca di Piacenza, ha incontrato l’Assigeco di coach Salieri, prossima avversaria, a campi invertiti, nella prima giornata di campionato il 2 ottobre.

La partita è finita 75-74 per i padroni di casa grazie al canestro sulla sirena di Gherardo Sabatini, mattatore dell’incontro con 21 punti e 9 assist. Piacenza si è dimostrata più pronta e reattiva nel primo tempo prendendo un vantaggio importante mentre nella seconda metà di gioco la Vanoli è cresciuta difensivamente (27 i punti subiti nel secondo tempo contro i 48 del primo) sino a rientrare nel punteggio e contendere la vittoria a Piacenza in un finale punto a punto. La prodezza di Sabatini ha però chiuso i giochi in favore dell’Assigeco.

Parte fortissimo Piacenza che con grande pressione difensiva e buona circolazione di palla si porta sino al 20-11. Un mini-parziale di 7-0 dei biancoblù, grazie soprattutto al tiro da tre, li riporta sotto ma è la tripla di Sabatini a chiudere il quarto sul 23-18. Anche nel secondo periodo l’Assigeco, dopo il 2+1 di Mobio, scappa nuovamente sino al 33-21 costringendo coach Cavina al time out. L’interruzione del gioco non sortisce effetto immediato perché Piacenza si spinge sino al 38-21 con un eccellente Sabatini (13 punti e 8 assist per lui nei primi venti minuti). Sono Denegri e Cannon a interrompere il parziale dei padroni di casa (38-26). All’intervallo si va negli spogliatoi sul punteggio di 48-36 grazie al buzzer beater di Gallo.

Alla ripresa del gioco si vede finalmente una Vanoli diversa nella sua metà campo. Il lavoro dietro paga e permette ai biancoblù di piazzare un parziale di 17-9 che li riavvicina sino al meno quattro di fine periodo (57-53). La Vanoli, con due triple, si porta avanti (57-59) all’inizio dell’ultimo quarto. Piacenza è però brava a rispondere con un 7-0 che costringe Cavina al time out. Cremona paga lo sforzo fatto per rientrare ed è ancora Sabatini a punirla (73-67). Sembra finita ma Cremona recupera ancora con Piccoli e si porta avanti 73-74, a 12 secondi dal termine, con la schiacciata di Mobio. La vince però Sabatini con il canestro sulla sirena che regala a Piacenza il 75-74 finale.

Questo il commento di Coach Cavina: “Un primo tempo dove, onestamente, non abbiamo pareggiato l’intensità di Piacenza commettendo anche errori. Nel primo quarto loro hanno fatto 10 punti nell’uno contro uno. Poi ovviamente è salita la loro fiducia ed è calata la nostra. Nel secondo tempo siamo stati bravi a tornare in partita nonostante i tantissimi errori da tre punti che abbiamo commesso con i piedi per terra, ed eravamo anche riusciti ad arrivare davanti negli ultimi secondi. Peccato per la sconfitta anche se, visti anche gli altri risultati, per noi non cambia niente perché per passare il turno dobbiamo comunque provare a vincere a Treviglio. Per farlo dobbiamo assolutamente iniziare la partita con il giusto piglio, difensivo soprattutto, cosa che stasera abbiamo fatto solo nel secondo tempo”.

© Riproduzione riservata
Commenti