Cremonese
Commenta

La Cremonese incontra una Salernitana
che ha investito molto sul mercato

La Salernitana è probabilmente una delle note più liete di questa prima parte di campionato. La squadra di Nicola infatti si trova al decimo posto ed è reduce da una grande vittoria all’Olimpico contro la Lazio. Proprio aver scelto di dare continuità a Nicola, dopo la miracolosa salvezza della passata stagione, è stata una decisione di fondamentale importanza per ottenere risultati ambiziosi.

Sul mercato la dirigenza granata si è mossa parecchio, rinforzando pesantemente la rosa. In difesa, nella zona centrale, sono arrivati Bronn dal Metz, Daniliuc dal Nizza, Lovato dall’Atalanta e Pirola dall’Inter (la passata stagione in prestito al Monza). Sulle fasce i colpi sono stati Candreva e Bradaric, mentre a centrocampo davvero di spessore gli innesti di Maggiore dallo Spezia e Vilhena dall’Espanyol.

Nonostante i grandi investimenti in difesa e centrocampo, resta comunque l’attacco il reparto maggiormente rinforzato dalla società campana. Oltre a Bonazzoli, acquistato dopo il prestito dalla Sampdoria della passata stagione, sono sbarcati infatti a Salerno Botheim dal Krasnodar, Dia dal Villarreal e Piatek dall’Herta Berlino.

I granata hanno comunque perso giocatori chiave per la salvezza della passata stagione, come Verdi, Djuric ed Ederson. Detto questo, la Salernitana è una squadra molto più forte rispetto allo scorso campionato, una formazione meglio organizzata e più consapevole dei propri mezzi. La trasferta all’Arechi di Salerno sarà tutt’altro che una gita per la Cremonese, una gara delicata da affrontare con la giusta mentalità.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti