Commenta

Cinque atleti Biesse Arvedi
in gara alla 23° edizione
della '6 Giorni delle Rose'

Sono quattro i cremonesi del team Biesse Arvedi Cycling che prenderanno parte alla 23esima edizione della ‘6 Giorni delle Rose’, prevista per giovedì 30 Luglio. La manifestazione, è la primissima gara internazionale di ciclismo su pista post Covid del calendario Uci, che vedrà impegnati fino a martedì al Velodromo “Attilio Pavesi” di Fiorenzuola più di 130 atleti, uomini e donne, provenienti da 15 nazioni. Novità di questa edizione è che la tradizionale gara a coppie maschile della 6 Giorni assegnerà anche punti per il ranking Uci della madison, così come le altre gare di classe 1 che si disputeranno in questi giorni.

18 le coppie in gara: numero uno per quella italiana composta da Francesco Lamon e Michele Scartezzini (in maglia Acef), che seppur con partner diversi hanno conquistato rispettivamente l’edizione 2018 e 2019 della 6 Giorni. A completare le coppie azzurre sono quella formata da Davide Plebani e Stefano Moro (Maglificio Rosti) e quella in maglia Alu Tecno composta da Liam Bertazzo e dal giovane (classe 2001) Mattia Pinazzi, atleta parmense cresciuto proprio al Velodromo “Pavesi”. Divisa, dunque, per questa edizione la coppia vincitrice dello scorso anno composta da Plebani e Scartezzini.

Fra gli stranieri, spicca la coppia olandese che vede Yoeri Havik insieme al campione del mondo 2019 (argento quest’anno nell’omnium) Jan Willem Van Schip (correranno in maglia Rossetti Market), così come quella francese con l’esperto Morgan Kneisky (quattro volte iridato) insieme al classe 2001 Kevin Vauquelin, due argenti e un bronzo l’anno scorso ai mondiali Juniores (correranno per la GM Termosanitari). Lotteranno per la vittoria anche i polacchi in maglia Troni’s Events Wojciech Pszczolarski (due volte campione europeo della corsa a punti) e Daniel Staniszewski, bronzo nell’omnium ai Giochi Europei di Minsk 2019. Da tenere d’occhio anche gli svizzeri Claudio Imhof e Tristan Marguet (Bussandri), i fratelli greci Christos e Zafeiris Volikakis (Pavinord), secondi l’anno scorso, i giovani polacchi Filip Prokopyszyn e Bartosz Rudyk (Inside), gli esperti olandesi Roy Eefting e Roy Pieters (Il Rintocco Vini), i cechi Daniel Babor e Renè Smelak (Terme di Jachymov) senza però sottovalutare alcuna delle 18 coppie in gara, tutte vogliose di tornare a gareggiare e a dar battaglia sull’anello del “Pavesi”.

L’accesso all’impianto sarà contingentato, nel rispetto delle norme vigenti, con l’obbligo di rispettare il distanziamento sociale e indossare la mascherina all’interno del Velodromo.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware