Altri Sport
Commenta

Mondiali ciclismo juniores, onor di
firma per una convalescente Venturelli

Gli strascichi della caduta nella ricognizione della prova a cronometro del Mondiale juniores di ciclismo si sono fatti sentire anche nella prova in linea per Federica Venturelli. A Wollongong (Australia) la giovane sanbassanese, dopo aver preso parte comunque alla cronometro, si è messa a disposizione della squadra azzurra guidata dal ct Paolo Sangalli chiudendo 40esima una prova fortemente condizionata dagli acciacchi patiti.

Venturelli ha comunque onorato la maglia della Nazionale e lo stesso Sangalli si rammarica per le condizioni non ottimali della cremonese: “Sapevamo che sarebbe stata una gara dominata dalla Backstedt. Abbiamo dovuto fare i conti con Federica Venturelli ancora convalescente per la caduta, e con l’indisposizione, alla mattina, di Eleonora Ciabocco. Abbiamo impostato la gara in modo prudente, cercando di contenere gli attacchi per giocarci il podio nelle fasi finali. Penso che abbiamo fatto una buona prova e il quarto posto, contro avversarie così forti, è un ottimo risultato”.

Com’era nelle previsioni Zoe Backstedt ha dominato anche la prova in linea donne juniores. Dietro di lei la francese Eglantine Rayer e l’olandese Nienke Vinke, con l’italiana Francesca Pellegrini che ha chiuso al quarto posto.

© Riproduzione riservata
Commenti