Basket
Commenta

Sconfitta indolore per la Vanoli (74-66)
Trento batte Virtus e si prende i play off

Sconfitta indolore per la Vanoli Cremona che al Forum di Assago nell’ultima partita della regular season del Campionato di basket di serie A, viene superata dall’Armani Exchange 74-66. Indolore perché contestualmente alla Segafredo Arena, Trento piega la Virtus Bologna e accede ai play off. Per la Vanoli un finale comunque di grande soddisfazione per un’annata complicata fin dall’avvio.

Milano già appagata dalla certezza del primo posto e dalla qualificazione alle final four di Eurolega non fa sconti. Cremona si porta subito avanti trovando continuità da oltre l’arco, prima con Hommes (gioco da 4 punti), quindi con Mian. Poi tanti errori da entrambe le parti, ma la Vanoli riesce a tenere un possesso di vantaggio fino alla fine del primo quarto, che però si chiude 17 pari grazie alla tripla di Leday sulla sirena. 

Sale il ritmo della Vanoli nel secondo quarto, il trascinatore è capitan Poeta che diventa l’osservato speciale e costringe Moretti a due falli nel giro di pochi secondi. Poi Milano ingrana la marcia e trova un parziale di 9 a 0 che regala all’Armani un vantaggio di 7 punti (28-21). E’ il momento decisivo della partita, Cremona perde la precisione da oltre l’arco e non riuscirà più a trovare il ritmo per colmare il gap. Il finale di quarto vede la qualità di Milano prevalere su una Cremona in difficoltà e si va al riposo con Armani in vantaggio 39-28. 

Al ritorno sul parquet dopo il riposo Cremona si prende un parziale di 5-0 e si riporta a -8. Ma dopo lo sforzo tornano gli errori soprattutto dalla distanza, mentre cresce la solidità difensiva. Quando Mian e Hommes ritrovano precisione la Vanoli si porta -6 48-42. Ma il 3° quarto si chiude con Milano in vantaggio 51-43

I problemi per Galbiati arrivano soprattutto con l’aumentare dei falli, il quarto fallo di Lee e di Poeta preoccupano la panchina di Cremona che alterna belle giocate a errori clamorosi e fatica a ridurre il passivo che resta a -9 quando mancano 4 minuti dalla fine. L’uomo in meno in panchina si sente sulle gambe e nella testa dei biancoblù che escono comunque a testa alta dal Mediolanum Forum di Assago dopo una stagione al di sopra di ogni aspettativa. Nell’ultimo minuto Galbiati regala emozioni ai suoi giovani che manda in campo contro la capolista. Trunic, Donda, Gallo e Zacchigna si prendono la scena dopo aver lavorato tutta la stagione con la prima squadra. E proprio Filippo Gallo, classe 2004 chiude ufficialmente la stagione Vanoli con una tripla del 74-66 sulla sirena che vale i suoi primi 3 punti in serie A. E la festa in panchina è tutta per lui.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti