Vanoli
Commenta

Una Virtus Bologna passeggia al
PalaRadi 75-88. La Vanoli
regge solo due quarti

Vanoli Cremona: TJ Williams N.E, Lazar Trunic , Filippo Gallo, Giuseppe Poeta 13, Fabio Mian 9, Marcus Lee, 8 David Cournooh 7, Topias Palmi 10, Daulton Hommes 11, Jarvis Williams 17, Andrea Donda.

Virtus Segafredo Bologna: Amedeo Tessitori 3, Lorenzo Deri, Marco Belinelli 17 , Amar Alibegovic , Stefan Markovic 6, Gianpaolo Ricci 7, Josh Adams 5, Vince Hunter 28, Kyle Weems 12, Milos Teodosic 2, Julian Gamble 6, Awudu Abass 2

La Virtus Bologna espugna il PalaRadi 75-88, Cremona regge solo due quarti e poi subisce la lunghezza dei bolognesi.
La Vanoli Cremona costretta a fare a meno di TJ Williams (Problema al ginocchio) regge bene il primo tempo contro una Virtus lunga e in fase di gestione.

Le V Nere danno un primo break ai cremonesi nel secondo quarto con un quintetto “small ball” e una difesa feroce: Teodosic crea, Belinelli conclude (14 punti in 16 minuti) e Bologna apre un parziale di 0-12.
Cremona riesce a rientrare più volte con un Poeta indiavolato, ma il primo tempo è della Virtus 35-42.

Per i biancoblù una partita a due ritmi: con Poeta in campo si producono punti e giro palla, senza iniziano i problemi. I Bolognesi d’altro canto hanno il lusso di poter alternare Teodosic e Belinelli a piacimento.

Per Cremona le difficoltà sotto canestro non sono una novità: con i bolognesi a fare la voce grossa è stato però Hunter (28 punti), centro adattato ma efficace allo stesso modo.

Daulton Hommes con una partita molto sottotono, non riesce a gestire la fase offensiva: gli ospiti raddoppiano sistematicamente ogni suoi isolamento. In attacco è Poeta il punto di riferimento in ogni occasione sul campo, doppia doppia per Jarvis Williams con 17 punti e 13 rimbalzi

Nel secondo tempo il crollo definitivo con un massimo vantaggio di  +19 firmato Bologna. Ai Cremonesi resta solo che subire una squadra fuori portata, soprattuto con i ranghi ridotti di stasera.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti