Cremonese
Commenta

Il commiato della Cremo, Armenia:
"Il suo ricordo insegnamento per tutti"

Paolo Armenia

Il commiato della US Cremonese è di quelli tristi e strazianti: lì, dove tutto è iniziato, il ricordo di quello che ha rappresentato Gianluca Vialli è ancora vivido. “Ci sono notizie che ti raggiungono anche quando non vorresti mai” scrive la società in una nota. “Notizie tristi, grigie e fredde come certe mattine d’inverno che dentro ti lasciano dolore e smarrimento”.

“Con noi resterà però per sempre quel suo sorriso sornione, da eterno ragazzo” continua la società. “Lo stesso che ha illuminato lo Zini in quel pomeriggio di 4 mesi fa quando, un po’ a sorpresa, Luca si è presentato per l’ultima volta nel suo stadio. Era il 4 settembre e la Cremo affrontava il Sassuolo. L’amore tra Vialli e la maglia grigiorossa è antico e senza fine: profondo come gli amori che si coltivano per un’intera vita”.

“Ho avuto la fortuna di conoscere Gianluca” dice il dg grigiorosso Paolo Armenia. “Al giorno d’oggi si abusa dell’utilizzo della parola “esempio”, ma tutto quello che ha fatto nella sua vita ne incarna la definizione. Un signore d’altri tempi, capace di affrontare le difficoltà che ha incontrato con una sensibilità che rende ancora più amare e sentite le lacrime che stiamo versando, perchè oggi ci lascia una persona fantastica e unica. Il suo ricordo indelebile dev’essere un grande insegnamento per tutti noi, è il modo migliore per onorare la sua memoria”.

Intanto squadra e staff, al termine dell’allenamento di oggi, hanno voluto dedicare un momento di raccoglimento in memoria del campione scomparso.

© Riproduzione riservata
Commenti