Volley
Commenta

Esperia, altro stop: al PalaRadi
passa la capolista Brescia

U.S. Esperia Cremona – Banca Valsabbina Millenium Brescia 0-3 (17-25; 16-25; 20-25)

U.S. Esperia Cremona: Kullerkann K. 12; Balconati 0; Giacomello n.e.; Kullerkann I.1; Rossini 3; Ferrarini 4; Piovesan 9; Coppi 7; Landucci 0; Buffo 2; Zampedri (L); Pasquino 2. All.: Magri

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Blasi n.e.; Orlandi 10; Boldini 5; Consoli 4; Torcolacci 7; Pamio 10; Obossa 23; Munarini n.e.; Scognamillo (L); Zorzetto n.e.; Foresi n.e.; Ratti 0. All.: Beltrami

La capolista Brescia fa en-plein contro le cremonesi. A pochi giorni dalla vittoria al PalaGeorge contro Offanengo, le Leonesse superano 3-0 l’Esperia al PalaRadi di Cremona, nel turno infrasettimanale valido per la settima giornata di campionato.

Coach Valeria Magri, dopo due tie break consecutivi terminata con sconfitte (prima con Albese poi con Montale), inizia la gara con la diagonale Pasquino-Kadi Kullerkann, al centro l’altra sorella estone I. Kullerkan e Ferrarini e le due bande Coppi e Rossini, infine il libero Zampedri.

Beltrami (ex Casalmaggiore) è costretto a rinunciare a Cvetnic per indisposizione. Al posto della banda croata in sestetto c’è Orlandi in diagonale con Pamio, per il resto confermata capitan Boldini in regia e Obossa come opposto, mentre al centro giocano Torcolacci e Consoli e la solita Serena Scognamillo come libero.

Il primo break della gara è a tinte giallonere con l’ace di Boldini a cui segue il monster-block di Obossa (4-6). Le padrone di casa riagguantano il pareggio a quota 9 con il muro di Ferrarini. È ancora una volta capitan Boldini a regalare due lunghezze di vantaggio alla Valsabbina, poi Pamio va a segno dalla seconda linea e sul 12-15 Magri chiama time-out. Al rientro in campo Brescia prosegue la fuga guidata da Orlandi, Obossa e Pamio (13-21). È proprio la numero 10 di Millenium a chiudere il set prima con un muro-punto e poi con l’ace che vale il 17-25.

Anche nel secondo set le Leonesse guadagnano subito un buon vantaggio: l’attacco in parallela di Orlandi e poi quello dalla seconda linea di Pamio valgono il 3-7. Brescia amministra il suo vantaggio e allunga ancora con Obossa che dalla seconda linea realizza l’8-14. Ad opposto, risponde l’altro opposto: Kullerkan K.  Realizza due punti consecutivi e porta le sue a -4, ma la rimonta viene fermata da Pamio che va segno anche dai 9 metri e ristabilisce sei punti di distanza. Ancora la numero 10 chiude un’ottima combinazione con Boldini e poi il muro di Torcolacci vale l’11-19. Tra le fila di Cremona Balconati subentra a Pasquino e Piovesan a Rossini. È il momento di Orlandi che con due punti consecutivi porta le compagne 14-23. Il parziale viene chiuso da due attacchi al centro, prima di Torcolacci e poi di Consoli (16-25).

Nel terzo set Magri conferma Piovesan e Balconati nel sestetto iniziale, nessun cambio invece per Beltrami. Cremona parte meglio e va subito sul 7-2 con l’attacco di Ferrarini e il muro di Piovesan. Brescia prova a ricucire con due punti di Orlandi, ma Piovesan e Coppi ristabiliscono le distanze. Coppi fa spazio a Buffo tra le fila di Cremona. Super break della Valsabbina che riagguanta il pareggio e con il monstwe-block di Obossa si porta in vantaggio 9-10. Non si ferma la Valsabbina: capitan Boldini sfrutta tutti i suoi attaccanti e il punteggio sale fino al 15-19. Piovesan riporta le padrone di casa a -2, ma Obossa ferma la rimonta. L’opposto bresciano porta Millenium a match point e a chiudere la gara ci pensa Orlandi.

MVP della gara Josephine Obossa che guida le sue compagne alla vittoria con 23 punti e oltre il 50% in attacco.

© Riproduzione riservata
Commenti