Cremonese
Commenta

Dal torrone alla tv: la ricetta
di Cabrini per la Cremonese

Sul tetto del mondo a Spagna '82 ma sempre legato ai colori grigiorossi: questa sera alle 20:55 su Cremona1 l'intervista al campione cresciuto a Cremona.

Antonio Cabrini, mastro torronaio per l’edizione 2022 della festa più golosa di Cremona, si è concesso ai nostri microfoni per un’intervista che potrete vedere integralmente questa sera a Il Grigio e il Rosso. Terzino sinistro, allenatore, ambasciatore di Cremona nel mondo: un Cabrini a tutto tondo che ha parlato del suo legame con i colori grigiorossi e di come gli uomini di Massimiliano Alvini possano risalire la china. In una domenica da sold-out in città, nel giorno dell’inizio del mondiale in Qatar, seconda edizione senza l’Italia, il campione del mondo a Spagna 82 è tornato all’ombra del Torrazzo come testimonial delle eccellenze cremonesi. Lui che in via Persico si era seduto in tribuna per Cremo Milan e come fu per Gianluca Vialli in occasione del match contro il Sassuolo portò in dote uno 0-0 prezioso. Due delle sole tre gare da clean sheet per la Cremo, 3 volte a rete intonsa in 15 gare di serie A. Dalla difesa dovrà ripartire il lavoro di Alvini, con il recupero di Vlad Chiriches che il 28 sarà al centro Arvedi col resto del gruppo. Dal mercato arriveranno innesti in tutti i reparti: serve qualità, parole di Simone Giacchetta. E gli svarioni difensivi inducono a pensare che anche dietro qualcosa sia necessario fare. A centrocampo, su Roberto Gagliardini oltre a Cremo e Monza si è fiondato anche il Siviglia. In attacco, la Roma può spedire in prestito Eldor Shomurodov ma sulle sue tracce c’è anche il Bologna. A proposito di prestiti: quello di Marco Carnesecchi a Cremona ha rimesso in luce il portiere dell’under21. Tutti lo cercano, tutti lo vogliono. In estate era ad un passo dalla Lazio. Per il futuro si parla anche di Juventus.

© Riproduzione riservata
Commenti