Cremonese
Commenta

Cremonese, allo Zini tempo di Coppa
Italia: c'è il Modena dell'ex Tesser

Ecco come giocano gli emiliani

Tesser ai tempi della Cremonese (foto Sessa)

Cremonese in campo per i sedicesimi di finale di Coppa Italia. Oggi, giovedì 20 ottobre, alle 15.00 allo Zini arriverà il Modena allenato dall’ex tecnico grigiorosso Attilio Tesser. La squadra di Massimiliano Alvini, dopo aver eliminato ad agosto la Ternana, affronterà gli emiliani che hanno eliminato Catanzaro e Sassuolo. Attualmente i gialloblù si trovano al decimo posto in Serie B con 12 punti conquistati in 9 gare.

Fedele alla propria tradizione, Tesser ha impostato anche in questa stagione una squadra che alterna il 4-3-1-2 e il 4-3-2-1 come moduli di riferimento. Il Modena ha una percentuale di possesso palla tra le più basse della serie cadette, prediligendo un gioco diretto ad attivare prima possibile le punte attraverso l’utilizzo di passaggi filtranti, ma molto raramente con lanci lunghi.

Nonostante questo, gli emiliani arrivano abbastanza spesso nell’area avversaria e sono la sesta squadra di Serie B a tentare più tiri e la quinta ad aver segnato più gol, pur essendo ottava per expected Goal (xG)* generati.

In fase difensiva, attuano un pressing abbastanza intenso e sono la formazione che ingaggia più duelli difensivi di tutto il campionato. Pur essendo la settima miglior difesa della cadetteria, il Modena è la nona formazione a concedere più expected Goal* e la sesta a lasciare più conclusioni agli avversari.

E’ possibile, in ogni caso, che come già accaduto contro il Sassuolo, Tesser scelga di avere un atteggiamento ancora più conservativo con un pressing meno alto e intenso e un gioco ancora più diretto. Nel derby contro i neroverdi, infatti, aveva consegnato il possesso alla formazione di Alessio Dionisi giocando in ripartenza e mettendo in difficoltà gli avversari.

La Cremonese dunque sarà chiamata con ogni probabilità a gestire la palla e dovrà riuscire a trovare le combinazioni nello stretto per scardinare una difesa che si annuncia bassa e compatta a protezione della propria area di rigore. Al tempo stesso, però, sarà fondamentale l’attenzione alla difesa preventiva e al pressing per impedire i contropiede del Modena.

Mauro Taino

*Expected Goal (xG): una misura della probabilità che ha un determinato tiro di essere trasformato in gol.

Dati Wyscout S.p.A. (wyscout.com)

© Riproduzione riservata
Commenti