Cremonese
Commenta

Giacchetta: "Alvini scelta condivisa"
Braida: "Faremo una squadra competitiva"

Il direttore sportivo della Cremonese Simone Giacchetta e il consulente strategico Ariedo Braida hanno presentato oggi, venerdì 10 giugno, in conferenza stampa il nuovo allenatore grigiorosso Massimiliano Alvini. “Per noi – ha esordito Giacchetta – è un giorno speciale e importante perché iniziamo ufficialmente la nuova stagione. Una stagione che ci vede nella massima serie che mancava da tanto a Cremona e per la Cremonese è un grosso vanto potervi partecipare. Tutto questo è stato possibile grazie alla proprietà che ci ha messo nelle condizioni di poter lavorare in maniera serena e positiva”.

“Alvini – ha proseguito – lo abbiamo conosciuto tutti affrontandolo come avversario e ne sappiamo qualcosa dato che in  due confronti ne siamo usciti malconci, soprattutto in casa. Personalmente lo conosco per averlo avuto diversi anni fa all’Albinoleffe, per cui lo conosco sia personalmente che nel suo modo di lavorare. Ha avuto un percorso iniziato tempo fa, ma ha dimostrato di meritarsi i giusti riconoscimenti che ha avuto. Ha le qualità di chi non ha giocato a certi livelli, ha vinto campionati in tutte le categorie e credo che siamo davanti ad un tecnico emergente, che ha talento ed è mordeno”. “Si è trattato – ha concluso – di una scelta sostenuta e condivisa da Ariedo (Braida, ndr): la sua esperienza è molto importante, soprattutto in questi passaggi e con grande forza e condivisione abbiamo proposto questo nome al club”.

“Il mio percorso a Cremona – ha aggiunto lo stesso Braida – è iniziato un anno e mezzo fa: la prima stagione è stata molto complicata e difficile, ma abbiamo mantenuto la categoria, mentre l’anno scorso abbiamo centrato il grande traguardo di riportare la Cremonese in Serie A. Con l’entusiasmo che ci contraddistingue affronteremo quindi la massima divisione: c’è voglia di lavorare e di faticare per mantenere la categoria. Lavoro e fatica mostrano la realtà del nostro territorio e le parole d’ordine sono umiltà e fatica. Abbiamo la consapevolezza che andremo incontro a tantissime difficoltà, per cui dobbiamo prepararci ed essere tutti uniti, dal patron all’allenatore all’ultimo dei magazzinieri, che non è ultimo per importanza”. “Vogliamo – ha conluso – fare una Cremonese competitiva. Ci auguriamo di dare al mister tutte le opportunità che avremo, nonostante il mercato sia complicato e difficile, affinché abbia tutti gli strumenti possibili per lavorare e sia nelle migliori condizioni per superare tutte le difficoltà”.

© Riproduzione riservata
Commenti