Cremonese
Commenta

Passaggi di qualità
e lanci lunghi per
un Empoli reattivo

Inizia contro una delle favorite alla vittoria finale, l’Empoli, l’avventura di Marco Baroni sulla panchina della Cremonese. Stasera, domenica 20 ottobre, alle 21.00 al Castellani, i girigiorossi affronteranno quella che oggi è la seconda forza del campionato. Christian Bucchi, allenatore dei toscani, ha sin qui schierato la squadra sempre con il 4-3-1-2,  sistema di gioco che ha già creato problemi alla Cremonese – sotto la gestione Rastelli – in diverse occasioni, a partire dall’ultimo match con il Cittadella.

Tuttavia l’Empoli non ha un possesso della palla in grado di dominare la partita o determinare il contesto (48% circa di media), anche se è la quinta squadra per numero di passaggi con 3.014. Nono solo: a testimonianza della qualità della rosa a disposizione di Bucchi, gli azzurri sono al top per passaggi smarcanti (49), quarti per passaggi filtranti (81) e primi per la valutazione degli stessi.

Il possesso, in ogni caso, non è costante durante l’arco del match. L’Empoli è una squadra piuttosto reattiva che si adatta a interpretare diversi spartiti nelle varie partite e all’interno delle stesse. In questo senso, è anche una delle squadre che, nel campionato, si rifugia maggiormente nei lanci lunghi (395, il quinto dato più alto del campionato): uno dei modi principali che ha per innescare le punte.

I lanci lunghi verso Mancuso nella gara con il Perugia

mtaino

Dati e grafiche Wyscout S.p.A. (wyscout.com)

© Riproduzione riservata
Commenti