Commenta

Pergolettese, la sconfitta
col Cesena (3-1) non fa male
Sarà semifinale Scudetto

Cesena-Pergolettese 3-1
CESENA: Sarini, Zamagni, Rutjens, Viscomi, Marfella (53′ Mantovani), Tola (74′ Benassi), Campagna (74′ El Bouhali), Andreoli (85′ De Feudis) , Capellini, Valeri (80′ Ciofi), Alessandro. A disposizione: Agliardi, Ricciardo, Fortunato, Tortori. All. Angelini.
PERGOLETTESE: Chiovenda, Manfroni, Villa, Lucenti (74′ Flores Rivas), Fabbro, Bakayoko (56′ Bitihene), Piras (74′ Facciolla), Panatti, Gullit (56′ Bortoluz), Schiavini (56′ Cazzamalli), Morello. A disposizione: Stucchi, Fanti, Muchetti, Manzoni. All. Contini.
ARBITRO: Morabito di Taurianova
RETI: 17′ Tola (C), 23′ Cappellini (C); 46′ Panatti (P), 53′ Cappellini (C)
AMMONITI: Bakayoko (P), Piras (P), Bortoluz (P).

Non fa male la sconfitta maturata a Cesena dalla Pergolettese nella terza e ultima gara del girone della Poule Scudetto di Serie D. I gialloblù, infatti, saranno ripescati come miglior seconda, avendo totalizzato tre punti (quelli della vittoria con la Pianese). Eliminate, dunque, alcune delle big più attese come il Como (2 punti nel Girone 1) e il Bari (1 punto come l’Az Picerno nel 3). Qualificate, insieme alla squadra di Matteo Contini, Lecco, Avellino e Cesena.

La prima occasione della gara è per il Pergo con Gullit che, liberato da Morello, mette a lato davanti a Sarini. Il Cesena, però, reagisce subito e nel giro di 6′ (dal 17′ al 23′) fa registrare un uno-due pesantissimo: Tola con un tiro da fuori sorprende Chiovenda per l’1-0, poi raddoppia con Cappellini che mette nel sette un cross di Valeri da sinistra. La squadra di Contini è frastornata, ma il Cesena, pur spingendo ancora, non riesce a costruire altre occasioni. Il Pergo, al contrario, nel finale di tempo riesce a rialzare la testa: Schiavini ci prova dalla distanza (alto), Viscomi ferma Morello in un uno contro uno e infine lo stesso Morello si vede respingere due tentativi.

La riprese si apre come si era chiuso il primo tempo: Pergolettese in avanti e Panatti firma il gol del momentaneo 2-1 ribadendo in rete una respinta del portiere sempre su un suo tentativo. La gioia gialloblù, però, dura pochissimo: Sette minuti più tardi, infatti, Cappellini batte di nuovo Chiovenda con un diagonale. Il Pergo comunque ci mette il carattere, ma non riesce più a bucare Sarini: Bithiene svirgola sul più bello, Villa spara alto da buona posizione e ancora Bithiene non sorprende sul suo palo il portiere di casa. Spazio anche a qualche recriminazione per i cremaschi che chiedono invano due calci di rigore: prima per un mani di Rutjens e poi per un atterramento in area di Bortoluz.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware