Cremonese
Commenta

Alvini al capolinea:
la Cremo punta Ballardini

La gara col Monza doveva essere decisiva per il futuro di Massimiliano Alvini e il campo ha detto che è bastato un tempo ai brianzoli per far sbandare la Cremonese, reinventata dal tecnico di Fucecchio con Quagliata nei tre di difesa, Ghiglione a destra e il tridente Tsadjout Dessers Okereke. 0-2 all’intervallo, 0-3 nel cuore della ripresa.

La tardiva reazione della squadra, complice anche l’utilizzo di alcuni veterani come Castagnetti e Ciofani, difficilmente salverà l’allenatore da una decisione maturata già nel corso degli ultimi giorni. Il club grigiorosso ha sondato vari profili per il dopo Alvini. In cima alla lista c’è Davide Ballardini, col quale la trattativa potrebbe subire un’accelerata proprio in queste ore. Anche D’Aversa resta in lizza, più staccati gli altri nomi disponibili, da Semplici a Iachini.

Con 7 punti in 18 giornate la Cremonese è ultima in classifica e reduce da quattro ko consecutivi, tre dei quali in scontri diretti: Empoli prima della sosta, Verona e Monza dopo. La quota salvezza è lontana più dei punti raccolti sinora dai grigiorossi e le prestazioni deludenti di molti dei nuovi arrivati stanno portando la società a riflessioni anche sul mercato. In partenza ci sarebbero gli argentini Ascacibar (all’Estudiantes) e Escalante (vorrebbe la Spagna). Radu piace alla Reggina (in B), Chiriches è out dall’autunno scorso. In entrata è arrivato Alex Ferrari dalla Sampdoria e si cerca un altro tassello in difesa. Per l’attacco, dopo i tentativi sfumati con Shomurodov, Bonazzoli e Henry, le attenzioni sembrano essersi concentrate su Fabio Borini.

 

© Riproduzione riservata
Commenti