Altri Sport
Commenta

Gestione bocciodromo: società
al lavoro per garantire apertura

A seguito delle ultime vicende riguardanti il bocciodromo comunale, come annunciato prima della pausa natalizia, l’Assessore allo Sport Luca Zanacchi, affiancato dallo staff del Settore Sport del Comune, ha incontrato i referenti della delegazione provinciale della FIB (Federazione Italiana Bocce) e i rappresentanti delle realtà sportive cremonesi che seguono il gioco delle bocce: Astra, Baldesio, Bissolati, Flora, Cral ASL, DLF Signorini, Coop Castelvetro, Fadigati, Le Querce, Stradivari.

Un confronto proficuo nel corso del quale l’Assessore e i suoi collaboratori hanno avuto modo di spiegare ai rappresentanti delle società sportive i cui associati utilizzano quotidianamente il bocciodromo come si è arrivati alla disdetta della convenzione in essere da parte di UNIFIB (già Consorzio Bocce Lombardia) e della Federazione Italiana Bocce. Sono state così ripercorse le ultime tappe della vicenda, dalla genesi della convenzione, alla sua approvazione in Consiglio Comunale il 20 dicembre 2021, sino alle difficoltà incontrate dal gestore che hanno poi determinato la disdetta della convenzione stessa.

L’incontro ha offerto inoltre l’occasione per ascoltare le comprensibili preoccupazioni da parte delle 12 realtà bocciofile cremonesi che temono di perdere uno spazio fondamentale per proseguire la loro attività che coinvolge numerosi atleti (Cremona è la quarta delegazione in Lombardia per numero di tesserati, circa 500 a livello provinciale).

UNIFIB dovrà garantire l’apertura e il funzionamento della struttura sino al 31 marzo 2023, così come deliberato dalla Giunta comunale. Poiché il bocciodromo è un impianto sportivo a rilevanza economica, l’Amministrazione avvierà una procedura di evidenza pubblica, per individuare un nuovo gestore, in modo che vi possa partecipare qualsiasi realtà sportiva che rispetti i criteri previsti all’interno del bando.

A fronte di questo, i rappresentanti delle società sportive, nonostante le preoccupazioni riguardanti i costi di gestione e i lavori di riqualificazione comunque necessari, si sono mostrati propositivi dichiarandosi disposti ad attivarsi in modo da poter garantire il proseguimento dell’attività bocciofila.

“Nonostante le criticità, il bilancio dell’incontro si può dire positivo. Nelle prossime settimane i competenti uffici comunali continueranno a lavorare per la futura gestione del bocciodromo, mentre le realtà sportive bocciofile si confronteranno per cercare di strutturare una proposta comune, mantenendo un dialogo aperto tra le parti”, dichiara l’Assessore Zanacchi.

© Riproduzione riservata
Commenti