Pergolettese
Commenta

La Pergolettese (e Soncin)
fermano il Renate sullo 0-0

foto Alberto Peruzzetto
Renate e Pergolettese hanno dato vita a una gara giocata non a ritmi alti e che il pessimo stato del terreno di gioco ha condizionato le giocate di entrambe le squadre. Forse chi ne ha sofferto maggiormente è stata la Pergolettese che non ha potuto esprimere la sua solità velocità, ma ha dovuto cambiare tipo di gara preparata in settimana e adattarsi alle diverse condizioni trovate. Ma nonostante queste difficoltà è stata la squadra gialloblù a farsi maggiormnente apprezzare nei primi 45 minuti, sfiorando in un paio di occasioni la marcatura. La più clamorosa quando Andreoli, riprendendo un pallone respinto dalla traversa dopo una conclusione al volo di Villa, in tap-in non ha centrato lo specchio della porta.
Dopo pochi minuti è stato Abiuso a colpire ancora la traversa, con la complicità del portiere Drago che è riuscito a toccare di quel poco che è bastato, con un colpo di testa. Per la capolista Renate, apparsa non in gran giornata, un colpo di testa di Maistrello, sul finire del tempo, in piena area di rigore, con Soncin che in tuffo ha deviato. Nella ripresa il Renate è sceso in campo con l’intento di alzare l’intensità, aggredendo l’area cremasca nei primi minuti. Dopo un tiro di Iori fuori, il calcio di rigore per i locali che avrebbe potuto cambiare l’andamento del match. Penalty decretato per un tocco di mano di Arini nel tentativo di contrastare una girata di Maistrello: rigore e ammonizione per il difensore centrale che gli costerà la squalifica nel prossimo turno contro il Trento.
Dal dischetto lo stesso Maistrello ha cercato l’angolo ma Soncin si è superato tuffandosi dalla parte giusta, respingendo il pallone salvando così il risultato. Lo stesso portierone gialloblù si è esaltato andando ad alzare sopra la traversa un minaccioso colpo di testa di Ghezzi, quando si era ormai a pochi minuti dal termine. Dopo l’episodio del rigore la gara ha vissuto momenti di stanca, con parecchi errori di misura palesando una stanchezza reciproca derivante anche dal fondo molle e pesante del terreno. Poco prima della chiusura, un tiro sballato di Varas per la Pergolettese e una testa di Soirrentino di poco alta , poi l’arbitro ha mandato tutti sotto la doccia. Un buon punto per i cremaschi, dopo le ultime due sconfitte, giunta sul campo della capolista.
IL TABELLINO
RENATE (4-3-3): Drago; Anghileri, Silva, Angeli (33’st Ermacora), Possenti; Baldassin (33’st Sgarbi), Esposito, Simonetti (18’st Marano); Malotti (1’st Sorrentino), Maistrello, Morachioli (22’st Ghezzi). A disp. Furlanetto, Menna, Gavazzi, Squizzato, Colombini. All. Andrea Dossena
PERGOLETTESE (3-5-2): Soncin; Piccinini, Arini, Lambrughi; Bariti, Andreoli (19’st Figoli), Artioli (40’st MazzaranI), Varas, Villa; Abiuso (32’st Cancello), Iori (40’st Corti). A disp. Rubbi (p), Cattaneo (p), Tonoli, Bevilacqua, Gabelli, Lucenti, Verzeni. All. Villa Alberto
ARBITRO: sig. Pacella di Roma 2
AMMONITI: Artioli, Morachioli, Lambrughi, Arini, Marano
NOTE: giornata soleggiata, terreno in mediocri condizioni, angoli 3-2, , al 50′ Soncin para un rigore di Maistrello.

© Riproduzione riservata
Commenti