Personaggi
Commenta

Andrea Devicenzi parte da Codogno
città simbolo: ecco la sua Islanda

Codogno, comune europeo dello sport 2023 celebra Andrea Devicenzi e le sue imprese. E’ proprio il comune simbolo dell’inizio della pandemia nel 2019 che l’atleta di Martignana Po ha scelto per la prima assoluta della proiezione del suo docufilm, la presentazione del libro e l’inaugurazione della mostra fotografica La mia Islanda su di un pedale, in programma sabato 5 novembre.

“E’ il primo di cinque progetti – spiega Andrea Devicenzi – che mi porteranno un po’ in giro per il mondo con date ancora da definire. Devo ringraziare tutta la squadra perch* siamo ritornati il primo agosto e in pochissimo tempo abbiamo fatto un lavoro straordinario come libro e come film. Ringrazio il sindaco di Codogno per questa prima presentazione. Codogno è una città che tutti ricordiamo, ed ero passato molto vicino a qui nel 2020, nell’anno della via Postumia, quando avevo voluto attraversare questa zona  colpita dalla pandemia e mi è sembrato il posto ideale per partire e lanciare un bel messaggio di ripartenza. Ok le difficoltà, ok a tutto quello che può accadere, adesso riprendiamo un po’ di forza, acquisiamo nuovi stimoli e ripartiamo”.

In occasione della conferenza stampa di presentazione Andrea ha donato la seconda maglia della spedizione in Islanda (la prima è al museo del Ghisallo insieme a quelle dei più grandi atleti del ciclismo) al primo cittadino di Codogno Francesco Passerini.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti