Calcio
Commenta

Crema 1908, esordio
amaro: ko 3-1 col Fanfulla

Il Fanfulla si prende la rivincita dopo la sconfitta in Coppa Italia battendo 3-1 il Crema 1908 nella prima giornata di campionato. Il Match vede sin da subito il Fanfulla cercare di fare male. Dopo soli 9’ però arriva il cambio, con Cugola che accusa un problema al ginocchio e deve lasciare il campo. Mister Bonazzoli inserisce quindi Tiziano passando al 4-3-1-2 con Bernardini e Caradonna che scalano sulla linea dei difensori. Una partita che vive già di tante emozioni, e anche qualche colpo proibito. Al 20’ il nuovo colpo di scena, con Brero che si vede sventolare il secondo giallo e deve lasciare quindi il campo.

Crema che si riassetta con Spaneshi al centro della difesa con Forni. Partita che il Fanfulla inizia a gestire, trovando il vantaggio al 31’. Caradonna affonda sulla destra e mette al centro. In area De Angelis si gira, ma Peschieri respinge con i piedi. Da terra De Angelis riesce ad alzare la sfera di testa, mettendo quindi Mecca nella giusta posizione per calciare al volo e fare 1-0. Rete che fa esplodere la Dossenina, come succede al 35’ quando Siani è il più lesto a ribadire in rete la respinta del numero uno ospite sul tiro di Confalonieri. Primo tempo che scorre quindi lentamente verso la fine, con il Crema che si fa vedere solo con Madiotto che però non impensierisce Cizza.

Ripresa che parte con Bellinzaghi che deve rinunciare anche a Forni, schierando così Erman al fianco di Spaneshi. Proprio quest’ultimo dopo soli 30” nega a De Angelis il gol all’esordio, togliendo dalla linea di porta la sfera pronta ad entrare. Guerriero che sembra comunque in gestione. Poi al 16’ la doccia gelata. Batti e ribatti in area, Di Piedi, da poco entrato, è il più lesto di tutti a mettere in rete (da valutare un possibile tocco di mano). Clima che si fa caldissimo, con il Crema che rimane in nove per il rosso diretto a Melchiori per qualche parola di troppo all’arbitro. Da qui inizia una lunga serie di occasioni.

Dal 24’ al 47’ in diverse occasioni i giocatori di mister Bonazzoli arrivano al tiro senza però chiudere il match. Prima a negare il gol a De Angelis è il palo, poi, soprattutto su Rosa e Tiziano, è Peschieri a dire di no. Al 47’ arriva il punto esclamativo definitivo: Siani si fa quasi tutta la metacampo avversaria palla al piede e scarica di forza sul primo palo per la doppietta personale e il 3-1 che chiude i conti.

© Riproduzione riservata
Commenti