Eventi
Commenta

Bergamonti uomo e mito al centro
della conviviale del Panathlon Cremona

Bergamonti mito: è stato questo il titolo del convegno ideato dal Panathlon Club di Cremona martedì sera, tutto incentrato sulla figura del grande pilota di Gussola Angelo Bergamonti, morto in gara a Riccione nell’aprile 1971.

Un modo per ricordare l’atleta e l’uomo o, per dirla con il volume scritto dal giornalista Paolo Capelli, “Bergamonti vero”. Una serata di ricordi e riflessioni molto emozionante, alla presenza anche della moglie di Angelo, Rosa, e di una delle due figlie, Laura.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti