Basket
Commenta

Una Vanoli dal doppio volto vince
all'overtime 96-93 con Napoli

Foto Sessa
Fotoservizio Francesco Sessa

Il recupero di 20° giornata se lo aggiudica la Vanoli Basket con una gara dai due volti e un tiratissimo quarto periodo, la vittoria arriva all’overtime per 96-93.

Cremona parte con una intensità fin ad oggi vista poche volte, sopratutto in difesa: le cifre irreali di Napoli in negativo segnano il primo quarto a favore della Vanoli. La Gevi chiude infatti con un 5/19 in 10 minuti, Spagnolo il migliore per i biancoblù nel primo tempo con 11 punti totali.

Nel secondo quarto come era lecito aspettarsi le medie realizzative dei partenopei crescono con Parks e Mcduffie, ma la Vanoli regge. Galbiati usa tutte le rotazioni possibili e riuscendo in più di una occasione ad azzeccare cambi e accoppiamenti, 18-19 il parziale e 43-30 il punteggio all’intervallo.

Nel secondo terzo la Vanoli non scende in campo: Napoli con Velikca si rifà sotto, nonostante l’espulsione di Parks per tecnico e antisportivo. I giocatori di Sacripanti con Zerini e Mcduffie trovano una forma che prima faticavano ad avere. Alla mezzora è 66-64 con la Vanoli che comprensibilmente trema. Il quarto periodo non migliora, nonostante l’impatto di Kohs sulla gara: fuori Poeta per falli. McDuffie e Velicka portano così Cremona sul 86-86 che vale l’overtime.

Ai supplementari la stanchezza e il nervosismo vanificano l’efficacia dei partenopei. Spagnolo e Cournooh si alternano le penetrazioni, Pecchia con il fisico regge gli urti necessari e Dime tira giù la saracinesca in area, Cremona vince così 96-83.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti