Cremonese
Commenta

Il Lecce è diventato
una squadra matura

Un'immagine della partita di andata (foto Sessa)

Inizia con la sfida di oggi, domenica 23 gennaio, alle 18.30 il girone di ritorno della Cremonese. I grigiorossi affronteranno un Lecce battuto 3-0 all’andata allo Zini e che attualmente occupa il quinto posto ad una sola lunghezza (ma con una partita in meno) dalla formazione di Pecchia.

Il tecnico dei salentini, l’ex Cremonese Marco Baroni, ha scelto il 4-3-3 come sistema di gioco di riferimento, con il 4-2-3-1 come alternativa, utilizzata anche nelle ultime tre uscite di campionato. I giallorossi puntano a controllare il pallone attraverso un prolungato possesso palla (quarto dato più alto della Serie B), costruendo pazientemente l’azione per creare spazi alle spalle della difesa avversaria da attaccare. In alternativa, la formazione di Baroni si affida spesso ai cross (seconda squadra ad effettuarne di più).

Sinora il Lecce è risultato essere il quarto attacco del campionato, ma è sesto per tiri effettuati e solo ottavo per expected Goal (xG)* prodotti, segno di un’importante efficacia sottoporta. In fase di non possesso, invece, i giallorossi pressano con un’intensità media. In termini di efficacia difensiva, i salentini sono la miglior difesa del torneo con appena 15 reti subite e la miglior formazione come numero di xG* concessi.

La formazione di Baroni, insomma, è diventata una squadra matura, capace di condurre la partita massimizzando la propria produzione offensiva, pur mantenendo alta l’attenzione in fase diensiva. I giallorossi sono diventati una squadra maggiormente matura e consapevole rispetto ad un girone fa (quando in ogni caso il 3-0 era stato un risultato che aveva premiato eccessivamente i grigiorossi – QUI l’articolo completo), candidandosi come una delle pretendenti più autorevoli alla promozione.

Per limitare le qualità del Lecce, per la Cremonese sarà fondamentale riuscire a strappare il controllo della sfera agli avversari e soprattutto risultare efficace nel pressing per non esporsi agli attacchi avversari. Due obiettivi non semplici, in particolare modo il secondo considerando che contro il Como – complice il lungo stop costellato anche da casi Covid – la formazione di Pecchia è risultata meno efficace del solito.

Mauro Taino

* Expected Goal (xG): una misura della probabilità che ha un determinato tiro di essere trasformato in gol.

Dati Wyscout S.p.A. (wyscout.com)

© Riproduzione riservata
Commenti