Vanoli
Commenta

Occasione persa per
la Vanoli, vince Trieste 75-80

Foto Sessa
FOTO SESSA

Vanoli Cremona: Agbamu N.E, Dime 8 , Harris 22, Sanogo, Mcneace 6, Gallo N.E, Pecchia 12 , Poeta 6, Spagnolo 6, Zacchigna N.E , Tinkle 7, Cournooh 8

Allianz Trieste: Konate 6, Longo  N.E, Deangeli 2, Mian 15, Delia 13, Fantoma N.E, Cavaliero 6, Campogrande 6, Grazulis 8, Lever 1, Davis 23

 

La Vanoli Cremona perde 75-80 nel recupero di 13esima giornata con una Trieste reduce dal focolaio covid e priva di Banks, Fernandèz e coach Ciani. Una grossa occasione per i biancoblù di sfruttare le pesanti assenze dei triestini, purtroppo terminata in un’occasione fallita, nonostante un Harris in grande spolvero da 22 punti e una partita da 12 punti e 6 rimbalzi di Pecchia.

Nel primo giro di orologio la gara scorre in equilibrio con Trieste che riesce a mettere il muso avanti in qualche occasione in più. 20-25 il punteggio di fine primo quarto con un Harris da 8 punti e 2/2 da tre, Delìa ne mette 7 per Trieste. Sotto l’aspetto difensivo gli ospiti contestano tutti i tiri, per la Vanoli un ottimo McNeace sotto canestro e nelle palle vaganti.

All’intervallo è 42-42 con Harris e Pecchia protagonisti, l’uomo in più è però Matteo Spagnolo in grado di pescare una soluzione quando si stringono le maglie difensive. Sanogo commette qualche ingenuità di troppo soprattutto in difesa. Trieste dalla sua può vantare un Delìa pulito ed efficace sia sotto canestro che dal post basso. Nonostante McNeace in serata e Dime, l’argentino dell’Allianz riesce spesso a trovare una strada per segnare  13 punti con un 6/6 da due.

Alla mezz’ora Trieste è avanti dopo un paio di mini parziali e una grande efficacia dentro l’area (20/29 da due dopo ’30), Cremona dal canto suo non riesce a forzare la difesa avversaria con anche delle basse percentuali realizzative dall’arco. Per l’Allianz c’è anche un super Davis che con il canestro in penetrazione di fine terzo periodo si porta a 17 punti complessivi.

La prima parte del quarto periodo vede le squadre nervose con tanti errori di gestione e nel tiro. A giocare meglio è comunque Cremona che in 6 minuti realizza un parziale di 12-3 che vale il 71-71.
La Vanoli si scioglie sul più bello, dopo numerosi tentativi per allungare dal +2 prende due bombe da tre di fila che spezzano umore e fiato, vince Trieste 75-80.

Lorenzo Scaratti

 

© Riproduzione riservata
Commenti