Pergolettese
Commenta

Lucchini: "Col Mantova
contano i fatti, non le parole"

Lasciata alle spalle l’infausta serata di Salò, la Pergolettese è attesa ad un pronto riscatto, nella gara che andrà in scena in anticipo domani, sabato 4 dicembre, allo stadio Voltini con il Mantova (ore 14:30). Alla vigilia di questo delicato incontro mister Stefano Lucchini, parla di come si stanno preparando i suoi ragazzi a questo match.
Il tecnico, distanza di otto giorni, spiega quali possono essere state le cause di quella difficile serata:
“Sono state analizzate immediatamente. La prima causa è stato senz’altro l’approccio sbagliato alla gara. Abbiamo subito un avversario che sapevamo forte, e noi non abbiamo reagito all’impeto degli avversari, tanto che già alla fine del primo tempo la gara era già finita. Abbiamo fatto veramente poco e questo mi è molto dispiaciuto, visto che arrivavamo da un momento positivo.”
“Spero proprio – ha aggiunto – che non si ripeta la situazione creatasi nella gara interna col Piacenza, dopo che avevamo subito la brutta sconfitta di Seregno. Penso che adesso fare proclami o parlare della partita di domani sarebbe relativo, nel senso che ora dobbiamo dire poche parole e fare solo i fatti. E’ l’unico modo per reagire a una sconfitta così pesante. Abbiamo questa gara da affrontare e abbiamo la possibilità di rifarci immediatamente.”
E’ una costante di questa stagione che le gare casalinghe arrivano sempre dopo momenti di difficoltà e dalle quali ci si aspetta sempre molto: “Si’ ma non possiamo sempre ridurci ad arrivare alla partita casalinga con questa apprensione da gara da dentro o fuori. Se poi non arrivi ad un risultato positivo ti trascini una situazione con due risultati negativi e diventa pesante. Dall’altro lato c’è il fatto di poter giocare davanti al nostro pubblico che ci dà sempre una grossa mano.”
Arriva al Voltini il Mantova, una partita molto sentita dalla tifoseria per trascorsi e rivalità storiche. Una squadra, quella virgiliana, che non segna tantissimo ma che non subisce molte reti: 9 i pareggi fin qui conquistati su 16 gare. Segue di un solo punto la Pergolettese: “La classifica parla chiaro. E’ un campionato molto equilibrato. A parte le prime quattro, poi, dai 26 punti della Triestina ai 12 della Giana Erminio sono la dimostrazione di una classifica molto corta, dove basta poco per arrivare in alto e altrettanto per scendere nelle zone basse. Noi guardiamo al fatto di avere conquistato 18 punti sul campo e di averne invece 16 in classifica. Coi 18 saremmo a metà classifica e invece siamo la prima dei playout. Como ho già detto è un campionato dove regna l’equilibrio e dove non esistono partite “facili” o scontate: è difficile anche analizzare partita dopo partita.”
Lucchini parla quindi della disposizione in campo: “Durante il campionato ho anche provato a schierare la squadra con un altro sistema. Ho usato in un paio di partite il 3-5-2, ma questa squadra per caratteristiche dei singoli giocatori nasce ed è stata costruita per il 4-3-3. Vedrò a gara in corso se sarà necessario cambiare qualcosa, ma la base è collaudata così e dobbiamo essere noi a far sì che diventi un nostro punto di forza.”

© Riproduzione riservata
Commenti