Calcio
Commenta

Futsal, il Videoton si
arrende 5-3 all'Asti

Una sconfitta che brucia. Il Videoton esce a mani vuote dal campo dell’Asti, dove per lunghi tratti del match ha comandato le operazioni, facendosi preferire per gioco espresso e numero di occasioni da rete, ma difettando di concretezza in zona-gol.

Tre volte in svantaggio, tre volte bravi a recuperare, ma castigati nel finale dall’Asti: Ionut Coman, al primo gol in Serie B, racconta il match vissuto dal campo: “Avrei scambiato volentieri il mio primo gol per avere i tre punti di Asti. Segnare fa comunque sempre piacere, perché è un contributo alla squadra: spero che sia il primo di tanti e soprattutto che siano decisivi gli altri”.

Importanti i pensieri e le dediche: “Essendo il primo gol in Serie B, lo dedico al mister De Ieso, che ha sempre creduto in me, e a tutti i miei compagni, che mi hanno fatto sentire subito parte della famiglia Videoton, anche se sono arrivato solo da qualche mese”.

Ora occorre rialzare la testa e proseguire il cammino: “Sabato ci sono mancate solamente un po’ più di attenzione e lucidità, soprattutto nei momenti chiave della partita. Dobbiamo continuare ad allenarci come abbiamo sempre fatto e sono certo che i risultati non mancheranno ad arrivare”.

Dopo un avvio di primo tempo in equilibrio, al tredicesimo è l’Asti a portarsi in vantaggio; immediata la reazione rossoblù: Porceddu cerca di riportare subito il risultato in parità, ma la punizione dal limite dell’area finisce a lato dello specchio. Il Vidi continua ad attaccare e le occasioni per i rossoblù sono molteplici, ma il portiere locale ferma Lopez, Usberghi, Pagano e Poggi.

Dopo i numerosi tentativi, a firmare il gol del pareggio è Coman a 4 minuti dalla fine del primo tempo, su assist di Austoni. Sembra l’inizio di una nuova partita per i cremaschi, ma l’Asti si riporta subito in vantaggio con un tiro da fuori area. Alla nuova reazione dei cremaschi fanno ancora eco i salvataggi del portiere locale, che ferma prima Pagano e poi Maietti. Il primo tempo si chiude con una nuova conclusione di Pagano, stavolta respinta dalla traversa: si ritorna negli spogliatoi con un parziale di 2-1.

Nel secondo tempo, pronti-via e Di Napoli ferma subito la conclusione di Corsini, non permettendo ai locali di allungare il gap tra le due formazioni. La rincorsa rossoblù continua con Poggi, fermato dal portiere astigiano, e con Austoni, conclusione a lato. A metà del secondo tempo gli astigiani riescono a conquistare un altro gol, allungando sul 3-1, ma Pagano accorcia nuovamente il gap tra le due formazioni.

Le due parate dell’estremo difensore locale, nuovamente su Maietti e Usberghi tengono fermo il risultato sul 3-2, ma gli sforzi dei cremaschi vengono premiati dalla conclusione di Maietti,che riporta finalmente la parità tra le due squadre a 5 minuti dalla fine.

I cremaschi avrebbero tempo e modo di puntare alla vittoria, come dimostrato nel corso del match, ma pagano dazio per alcune scelte arbitrali nel corso del secondo tempo, che portano al raggiungimento del sesto fallo: il tiro libero viene trasformato dall’Isola, che si porta quindi sul 4-3, abile poi a sfruttare il vantaggio per poi allungare ulteriormente sul 5-3, risultato conclusivo del match.

© Riproduzione riservata
Commenti