Altri Sport
Commenta

“La potenza è nulla senza controllo”
Pietro Perolini al CR FORMA

Martedì 23 Novembre al Cr Forma, Pietro Perolini, il giovane pilota trentenne di GT3 cremasco, ha parlato di fronte a 140 ragazzi del settore meccanico, nell’ambito dell’incontro. Gli alunni, alcuni dei quali collegati in videoconferenza dalle loro classi, hanno attivamente partecipato all’incontro dove Perolini ha parlato della sua passione tardiva per i motori: una opportunità quella di fare il pilota professionista che, a dispetto dei lustrini, richiede molto investimento in termini di impegno, ma restituisce altrettanto in termini di crescita personale. Tre ore di intenso scambio con gli alunni nelle quali Pietro, partendo dalla sua esperienza, ha raccontato il mondo e i retroscena delle corse automobilistiche, mostrato alcuni video e portato testimonianze su alcuni momenti salienti della sua carriera sportiva.

Gli allievi hanno potuto interagire direttamente con il pilota e istruttore confrontandosi sui segreti e le tecnologie più avanzate delle automobili della casa Lamborghini che ha promosso l’incontro.

Sono stati affrontati molti argomenti tecnici, Pietro ha risposto alle domande e alle curiosità degli studenti, lasciato tanti messaggi positivi come l’importanza del team, della sicurezza, della perseveranza e del seguire le proprie passioni e i propri sogni, con dedizione e impegno, per raggiungere i propri obiettivi, senza temere la fatica. “La vera ricchezza, il vero successo- sostiene Perolini- è la crescita personale che passa necessariamente dalla collaborazione, dal riconoscimento del lavoro di tutti e dal grande impegno che ognuno mette attraverso il proprio contributo.”

Prima delle foto di rito accanto al bolide della casa bolognese e della opportunità di ascoltare il suo “ruggito” da distanza ravvicinata, l’incontro si è chiuso con uno scambio di doni: la felpa di Cr.Forma per il Pilota consegnata da due studenti meritevoli della classe terza, due stampe fotografiche con dedica che il pilota ha autografato per gli allievi.

© Riproduzione riservata
Commenti