Eventi
Commenta

Domenica agli "Stalloni"
torna il Concorso Ippico del CRE

Tutto pronto al Centro di Riabilitazione Equestre “Emanuela Setti Carraro Dalla Chiesa” di Crema, per la ventiquattresima edizione del Concorso Ippico Nazionale, organizzato in collaborazione con il Centro Ippico Bressanelli di Crema. La manifestazione così come stabilito nell’ultima riunione dal CdA del Centro presieduta dal dottor Alessandro Zambelli, si svolgerà domenica con inizio alle 8,30 e si concluderà alle 18, presso la storica sede degli “Ex Stalloni” di via Verdi. Gli organizzatori, confidando nelle buone condizioni meteo, auspicano il successo delle edizioni precedenti, sottolineando l’impegno di tutto lo staff, dal presidente Zambelli al direttore Agostino Savoldi, e dei volontari, anche perché dalla buona riuscita dell’evento, dipende il bilancio economico della struttura, che garantisce quotidianamente un servizio di qualità a tutti gli utenti, con una funzione sociale che non è mai venuta meno negli anni, oltre alle collaborazioni con le scuole cittadine.

Nel rispetto della normativa anticovid, gli ingressi saranno consenti solo previa esibizione della certificazione verde: collaboreranno la Protezione Civile “Lo Sparviere”, i volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri, con gli Scout AGESCI Crema3, che cureranno il servizio in campo ostacoli.

“Dopo un anno senza concorso a causa della pandemia avevamo qualche dubbio che si potesse riprendere questa attività, per noi estremamente importante anche come fonte di finanziamento, grazie ai generosi sponsor che da sempre ci aiutano. Per fortuna la situazione è migliorata – si legge nella nota del presidente Alessandro Zambelli – e siamo pronti ad accogliere, concorrenti, istruttori, accompagnatori ed almeno parzialmente, il pubblico cremasco che ci ha sempre seguito”.

Nell’edizione di quest’anno fondamentale la collaborazione con il Centro Ippico Bressanelli: “Con Marino Bressanelli, con i suoi istruttori e con i nostri volontari abbiamo pensato di favorire la partecipazione dei cavalieri ed amazzoni più giovani e di tutti i cavalieri ed amazzoni alle prime armi, introducendo anche le categorie di salto più basse”, scrive il presidente Zambelli, dando appuntamento a domenica. Durante il Concorso si realizzerà inoltre un evento particolarmente importante con la dedica della categoria 115 a Stefano Marconi, giovane Cremasco deceduto in un incidente lontano da Crema, a cui un gruppo di amici, che non vuole dimenticarlo, ha voluto realizzare per lui questo Memorial.

Non mancano i ringraziamenti nella nota del presidente Zambelli: dal comune di Crema che ha assegnato un fondo di ripianamento del deficit dovuto alla pandemia, alla Fondazione Popolare Crema per il Territorio, che ha mantenuto il fondamentale supporto economico, agli sponsor ed a chi devolve il 5 per mille a favore del CRE. Capitolo a parte meritano i volontari, i quali continuano a donare il loro tempo con ore di lavoro disinteressato e le terapiste: grazie al loro impegno ed alla loro dedizione è stato possibile assicurare la riabilitazione equestre agli utenti del Centro, anche quando tutte le strutture cittadine per la disabilità sono state costrette a fermarsi, a causa della difficile situazione legata alla pandemia.

i.g.

© Riproduzione riservata
Commenti