Volley
Commenta

Esperia con il cuore, ma
non basta: Albese vince 3-1

L’Esperia getta il cuore oltre l’ostacolo, ma non basta. La Tecnoteam Albese vince anche la gara di ritorno tra le mura amiche, bissando il 3-1 del PalaCambonino ed accedendo alla finale che vale la promozione in A2.  Sotto 2-0, con le lariane qualificate di diritto al turno successivo, le ragazze di coach Valeria Magri, tornata a condurre la truppa gialloblù, tirano fuori gli artigli e conquistano il terzo periodo allungando l’incontro. Purtroppo però Albese si impone alla distanza nel quarto periodo, spegnendo ogni residua speranza cremonese di piazzamento qualificazione.

Parte forte Sara Lodi che scalda il braccio per il 2-4. La stessa poi vanifica dai nove metri ed Albese accorcia. Decordi in diagonale firma il 4-7, l’ace di Frugoni porta al primo timeout Mucciolo, poi Lodi a muro carica la metà campo gialloblù. Albese si avvicina con l’ace di Gabbiadini e la palletta di Zanotto (13-14), l’ace di Gallizioli inverte l’inerzia sul 17-14 e coach Magri richiama le sue. Albese insiste con Facco che allunga in diagonale sul 21-15. Zanotto sbaglia la pipe del 23-19 ma la murata di Facco su Decordi da ragione ad Albese sul 25-19.

L’Esperia riparte con buon piglio, Chiara Brandini firma lo 0-3, Albese non ci sta e mette il naso avanti con Badini al servizio (7-6). Arcuri lascia il campo per Andreani e la formazione gialloblù ricuce sull’11-11. A questo punto Albese fa quadrato e si riporta avanti con grande forza: le fast di Gallizioli si rivelano un’arma incisiva che porta al 22-16. Un fallo di invasione cremonese determina il 25-19 locale, 2-0 e qualificazione in tasca per la compagine di coach Mucciolo.

Nonostante il traguardo raggiunto, Albese non molla e Carlotta Zanotto continua a sfogare il suo impeto firmando il 4-2. Gallizioli al servizio e Badini al centro fanno la voce grossa per l’8-3. Esperia cerca di farsi forza con Frugoni in fast, replica Gallizioli per il 15-9. La bomba di Decordi da respiro a Cremona sul 15-12, lo stesso capitano replica con il pallonetto del 16-15. L’errore di Zanotto fissa il punteggio sul 19-19. Il set sembra prendere una direzione con il mani fuori di Pionelli che vale il 20-22. Esperia si procura due set points, per accorciare le distanze con Decordi: 23-25, 2-1.

Albese riparte su ritmi alti, Esperia risponde colpo su colpo. Lodi risponde a Zanotto in pipe (7-5), Cremona ricuce sul -1 con due punti di Erika Pionelli (13-12), Albese prova l’allungo con l’ace di Facco che firma il 18-13. La murata di Badini e l’attacco potente di Facco valgono il 22-15 per le lariane. La ricezione non perfetta di Gabbiadini si converte nel punto del 24-17. L’attacco dal centro di Beatrice Badini sigilla il parziale sul 25-20 ed abbassa il sipario sulla stagione di Esperia.

© Riproduzione riservata
Commenti