Cremonese
Commenta

Serie B subito in campo, col
36° turno si entra nel vivo

Un'immagine della partita di andata

Domani, martedì 4 maggio, alle ore 14, tornano in campo in contemporanea le venti squadre del campionato di Serie B. Partiamo dalla cima della classifica: l’Empoli può ufficializzare la promozione, ma massima attenzione al Cosenza. I lupi arrivano al Castellani con una grande fame di punti per continuare a sperare in una miracolosa salvezza e sono reduci da un’ottima vittoria per 3-0 sul Pescara.

Il match di cartello della giornata numero 36 è inevitabilmente quello tra Monza e Lecce. Dopo la vittoria dei brianzoli a Salerno e la sconfitta dei salentini contro il Cittadella di sabato, solo tre punti le separano. Entrambe si giocano la promozione diretta, ovviamente senza dimenticarsi della Salernitana terza in classifica.

A proposito di Salernitana, i granata vanno a giocarsi (quasi) tutto al Guido Teghil di Lignano Sabbiadoro. La pesantissima sconfitta casalinga contro il Monza ha lasciato qualche ferita, ma domani non esiste altro risultato al di fuori della vittoria. Di fronte la squadra di Castori troverà un Pordenone che sta seriamente rischiando la retrocessione e che di conseguenza sarà molto motivato per strappare almeno un punto.

Il Venezia ancora una volta dovrà farsi trovare pronto qualora le prime della classe dovessero steccare. La trasferta di Pisa è più che insidiosa, anche perchè i toscani sono a caccia dei tre punti per continuare a sperare in un clamoroso ingresso nei playoff. I lagunari, a -5 dal secondo posto, devono per forza vincere per sognare il secondo posto. Appena dietro il Cittadella, dopo aver battuto il Lecce, vuole mantenere il passo. La squadra di Venturato dovrà vedersela contro una Virtus Entella già retrocessa e non può di conseguenza permettersi passi falsi.

La settima e l’ottava della classe (gli ultimi due posti playoff) sentono il fiato sul collo delle inseguitrici. La SPAL riceve il Frosinone di Grosso, squadra che con la vittoria sul Pisa di sabato può considerarsi quasi salva, mentre il ChievoVerona ospita la Cremonese, formazione che ha ancora qualche speranza di rientrare nelle prime otto proprio vincendo a Verona.

Reggina e Brescia, più di tutte, possono ancora dire la loro nella lotta playoff. Gli amaranto, reduci dal buon pari di Cremona, ricevono al Granillo l’Ascoli. La gara, che sulla carta può sembrare scontata, è aperta più che mai ad ogni risultato. La squadra di Sottil ha vinto le ultime quattro partite, battendo squadre come Empoli, Monza, Spal e L.R. Vicenza. Le rondinelle, invece, dovranno andare a Vicenza ed affrontare una squadra che, dopo la vittoria di Chiavari, può considerarsi quasi certa della permanenza in cadetteria.

Lo scontro diretto per la salvezza del turno 36 è PescaraReggiana. I padroni di casa sono ad un passo da una clamorosa retrocessione ed il 3-0 subito a Cosenza certamente non ha contribuito a migliorare una situazione più che critica. Gli emiliani invece, dopo aver avuto la meglio del Pordenone, possono ancora sperare in una salvezza più complicata che mai, ma per farlo dovranno espugnare l’Adriatico a tutti i costi.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti