Altri Sport
Commenta

A Gabriele Adorno la 48^
coppa Kodokan di judo

Gabriele Adorno con Ezio Gamba oro olimpico a Mosca ‘80, in un allenamento pre-covid

Gabriele Adorno, giovane atleta neanche quindicenne, ha iscritto il suo nome nell’albo d’oro della ‘Coppa Kodokan’ di judo, il campionato a punti che dal 1.973 premia il miglior judoka agonista dell’anno, al Kodokan Cremona. L’edizione 2020 ha visto poche competizioni, a causa della pandemia, tuttavia Adorno, che combatte nei pesi massimi, è riuscito a cogliere un bronzo nel Trofeo Italia a Riccione e l’oro negli internazionali di Spilimbergo, arrivando a posizionarsi al quinto posto nel ranking nazionale della sua classe e categoria. Nipote d’arte di Danilo Bergamaschi, uno tra i primissimi allievi di Giorgio Sozzi, Gabriele ha ora nel mirino il “challenge 2006”, previsto dalla Fijlkam per luglio.  Al secondo e terzo posto si sono posizionati altri due giovani: Gabriel Gosi e Simone Ruggiero, judoka davvero molto promettenti.  La premiazione si è svolta sulla piattaforma Zoom, con la partecipazione dell’Assessore allo Sport del Comune di Cremona Luca Zanacchi e del Consiglio del Panathlon club Cremona. Nel corso della serata sono stati ricordati tutti i vincitori delle passate edizioni, che sono intervenuti con ricordi anche toccanti, e il presidente Kodokan Andrea Sozzi ha anticipato l’ideazione di eventi per settembre, quando scoccherà il 50^ anniversario del Kodokan Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti