Calcio
Commenta

Calcio dilettanti e ristori:
"Un caos, per non sbagliare
serve il commercialista"

Superare dunque la burocrazia e semplificare le domande, senza speculare troppo sui bilanci in un mondo che vive di passione: questo l'appello di Attilio Morelli della Martelli di Piadena. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

https://youtu.be/PaR1xq_1rxM

Ottenere i ristori per una società di calcio dilettantistica? E’ quanto mai complicato. Questo è emerso, infatti, dall’analisi – che è divenuta poi un vero e proprio appello per le altre società della nostra provincia – di Attilio Morelli, già presidente della Martelli, storica società di Piadena iscritta alla Seconda categoria con 71 anni di vita alle spalle, e oggi consigliere giallorosso.

Morelli, imprenditore piadenese di lunga data, ha raccontato – martedì sera ospite di “Tutti in Campo” – di essere riuscito a ottenere due volte i ristori (a marzo e novembre) ma ha anche spiegato come sia molto complessa la trafila da seguire. Superare dunque la burocrazia e semplificare le domande, senza speculare troppo sui bilanci in un mondo che vive di passione.

red

© Riproduzione riservata
Commenti