Basket
Commenta

Crema è un tritasassi
e vince il derby con
Piadena 93-55

Pallacanestro Crema: Leardini Giacomo 17, Alexander Perez 8, Drocker Marco 14, Del Sorbo Pietro 3, Dosen Marko 12, Bonvini Luca 5, Arrigoni Marco 4, Pederzini Riccardo N.E, Venturoli Niccolò 16, Montanari Luca, Trentin Carlo 8, Galvano Michele.

Corona Platina: Ferrazzi Simone, Malaggi Gabriele, Tinsley Thomas 10, Trevisi Giuseppe 2, Giovara Edoardo 6, Motta Matteo 14, Cavagnini Gianluca 3, Chinellato Riccardo 15

In un derby dall’esito mai in discussione Crema passeggia contro una Corona Platina corta e stanca. Il match è della Pallacanestro Crema che vince 93-55.

Nel primo quarto Piadena regge i primi urti di una straripante Crema con 3/5 dalla distanza. Il primo vero strappo porta la firma di Leardini che per i padroni di casa smista assist e segna in qualsiasi modo: Crema va in vantaggio così a metà primo quarto 21-8. I piadenesi provano a rispondere, ma il gap fisico si fa sentire, soprattutto sotto canestro. Coach Perucchetti prova a spostare l’offensiva sulla lunga distanza, ma con uno 0/4 non cambia l’esito: rosanero avanti 29-12 dopo i primi 10 minuti.

Nel secondo periodo Piadena si arena: poche rotazioni e un 9/30 dal campo – di cui 1/13 da tre- non bastano: Crema in difesa è solida, in attacco fluida ed efficace. Leardini e Venturoli sono tra i migliori realizzatori cremaschi, in grado di bucare la difesa ad ogni azione. Il Corona Platina con una rotazione a 6 uomini si arrende 51-27 all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi la MgKvis torna più cattiva e con una faccia diversa: alto pressing difensivo e grinta valgono uno strappo di 6-12. L’attacco del Corona parte dalla difesa e si tramuta in efficaci contropiede veloci del duo Motta-Tinsley. In risposta per Crema ancora un super Leardini che insieme a Drocker tiene dietro Piadena 61-39.

La ribalta del Platina dura poco. Il Crema con Perez in regia a dirigere Bonvini e Leardini chiude con una fiammata 71-47 il terzo quarto. Crema apre l’ultimo giro di orologio con un 9-0 di parziale. Piadena è stanca e in balia dei  padroni di casa in un quarto periodo di lungo “garbage time”.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti