Cremonese
Commenta

Cremonese, Bianchetti: 'Strada
giusta, dobbiamo limare gli errori
Prossimi match determinanti'

Tra i più presenti in stagione, con sole 3 partite saltate, Matteo Bianchetti ha parlato del momento della Cremonese, attesa inoltre da tre match in 6 giorni contro altrettante dirette avversarie per la salvezza: “Non possiamo dire che sarà una settimana decisiva perché poi mancherebbero altre 8 gare, ma sicuramente sono determinanti, come lo erano quelle di prima. Ogni partita però è una storia a sé e pensiamo gara per gara. Con la Reggiana sarà un match complicata: pensiamo a loro poi affrontiamo le altre con lo stesso spirito”.

Bianchetti ha quindi sottolineato: “A livello fisico stiamo bene, abbiamo giocato tutte le gare, tante addirittura dominate. Parliamo di risultati carenti considerato il gioco espresso, ma dobbiamo continuare su questa strada perché è quella giusta, limando gli errori che non ci hanno permesso di portare a casa punti importanti”.

A questo proposito, emblematico l’ultimo match contro la Salernitana, quando la Cremonese si è dimostrata solida in difesa ha faticato a risalire il campo venendo anche punita da un’ingenuità (qui l’articolo completo): “Sicuramente abbiamo preso gol sull’unica disattenzione e su questo stiamo lavorando. I giovani ti danno tanto, ma può capitare ci siano disattenzioni e ci sono squadre forti che ne approfittano. La Salernitana si è schierata con un 5-3-2 molto chiusa e trovare spazi in avanti era difficile, anche se abbiamo creato 3/4 occasioni”.

Il difensore grigiorosso torna quindi sulle ingenuità commesse in fase difensiva negli ultimi match: “E’ una cosa su cui il mister sta puntando molto, si tratta di un problema di attenzione: dettagli che indirizzano partite. Loro sono stati più scaltri e noi un po’ ‘polli’. Ci stiamo allenando anche per correggere questi errori”. Bianchetti è tra i più esperti del pacchetto arretrato: “Avendo più esperienza, anche il mister mi chiede di comandare i compagni: è una bella responsabilità, ma sento la loro fiducia ed è uno stimolo maggiore”.

Il 27enne parla quindi di come è cambiato il modo di difendere con l’arrivo di Fabio Pecchia al posto di Pierpaolo Bisoli: “Ora giochiamo di più la palla da dietro e con l’aggressività degli attaccanti dobbiamo seguire la squadra lasciando anche 50/60 metri alle nostre spalle”. Sul proprio ruolo spiega: “Mi metto sempre a disposizione del mister, ma il mio ruolo preferito è il difensore centrale in una difesa a 4”. Parlando dei tanti infortuni che hanno afflitto il reparto, sottoline: “Sicuramente cambiare tanto incide. In difesa abbiamo avuto una stagione veramente sfortunata: la retroguardia è la base di ogni squadra. A prescindere da chi gioca avere continuità con gli stessi compagni è determinante”.

Bianchetti ha anche trovato continuità durante la sua esperienza grigiorossa, dopo due anni complicati: “Sono venuto a Cremona per il progetto, ma anche proprio per trovare continuità dopo due anni difficili: sono contentissimo della scelta che ho fatto, spero di continuare con questo andamento”.

© Riproduzione riservata
Commenti