Commenta

Ciofani: 'Nelle ultime due partite
raccolto meno di quanto meritato
Proveremo a rifarci nel derby'

Ciofani in azione durante il derby d'andata (foto Sessa)

Nella settimana che porta al derby contro il Brescia (calcio di inizio sabato 20 febbraio alle 14.00) Daniel Ciofani ha parlato del momento che sta vivendo (4 gol in 6 partite da quando è arrivato Fabio Pecchia) e di quello della Cremonese, reduce da due sconfitte consecutive.

“E’stato bello ritrovare mister Pecchia dopo così tanto tempo, le sensazioni sulla persona sono rimaste le stesse. Ora il mister è più maturo, si è aggiornato e ha studiato tanto: è molto molto preparato”. “Sicuramente – ha aggiunto – mi conosceva e sa quali sono le mie caratteristiche e che per sfruttarle al meglio dovevamo essere più alti e pressare più alti: così arrivano più palle gol e per me è importante che si creino tante occasioni, così come ho bisogno di avere giocatori a supporto anche per riuscire a creare spazi per gli altri”.

Sul momento che sta vivendo la squadra, Ciofani spiega: “Anche se sembra una frase fatta, dobbiamo ragionare partita per partita. Sicuramente col Brescia sarà un derby, ma abbiamo bisogno di punti e in ogni partita puntiamo all’intera posta. Veniamo da due sconfitte arrivate in modo rocambolesco e in cui abbiamo raccolto meno di quanto seminato. Speriamo di rifarci nel derby”. un derby che il 9 grigiorosso potrebbe vivere di nuovo con la fascia di capitano al braccio: “Sono contento perché, al di là dell’aspetto tecnico, è un po’ un premio alla persona che è la cosa più importante. Sono il meno giovane in rosa, ma portare la fascia non cambia nulla: ho sempre cercato di portare la mia esperienza all’interno del gruppo”.

Un gruppo dove è arrivato anche un giovane come Colombo: “Sicuramente ha doti fisiche importanti, ha 18 anni ma ne dimostra molti di più. Ha delle qualità soprattutto nel liberarsi al tiro, deve migliorare r ha ampi margini di miglioramenti. In generale cerco di far capire ai giovani che bisogni crescere in fretta perché non c’è tempo per aspettarli. Bisogna accelerare il processo di maturazione e per farlo bisogna passare solo attraverso gli errori”. L’attaccante nega che a gennaio ci sia stata la possibilità di lasciare la Cremonese: “Da parte mia non c’era nessuna volontà di andare via e lo società mi ha espresso la massima fiducia per cui non si è creato questo problema”.

Ciofani parla poi del rapporto con la città: “Non mi sono sentito poco apprezzato. Sono capitati episodi, ma non si può fare di tutta l’erba un fascio. I tifosi veri, compresi quelli della curva, mi hanno sempre fatto sentire il loro appoggio. Poi è normale che da un giocatore come me ci si aspettasse più gol e io per primo avrei voluto segnarne di più per rendere contente più persone, ma credo che i maggiori apprezzamenti siano a livello umano”. “La città – ha aggiunto la punta – è tranquilla e ho un ottimo rapporto: ho conosciuto persone al di fuori del calcio, faccio cose normali. Per me Cremona è vivibilissima e a misura d’uomo: mi trovo bene”.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Guido Lombardi (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Guido Lombardi.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware