Cremonese
Commenta

Empoli paziente e pronto
a colpire: crea come la
Cremo, ma segna di più

Secondo posto in campionato, secondo miglior attacco del torneo. Questo il biglietto da visita dell’Empoli che questa sera, martedì 15 dicembre, affronterà la Cremonese. I toscani sono imbattuti da sei partite e sono reduci dal 5-2 rifilato alla Virtus Entella nell’ultimo turno.

La squadra di Alessio Dionisi, la terza più giovane della categoria, ha il settimo possesso palla più alto della Serie B e sviluppa la propria azione in modo piuttosto perimetrale, facendo grosso affidamento sui due terzini del 4-3-1-2 per far progredire la manovra. Uno sviluppo sulle catene laterali certificato anche dall’elevato numero di cross (secondo dato più alto del campionato). In ogni caso, l’Empoli ama attaccare pazientemente (14esimo per passaggi filtranti), anche se non disdegna affidarsi ai lanci lunghi (quarto in B) per sorprendere gli avversari sul lato debole o alle spalle della difesa.

Gli azzurri hanno una presenza elevata nell’area avversaria (settimi per tocchi negli ultimi 16 metri) e possono contare anche su individualità importanti, che utilizzano per scardinare le difese particolarmente chiuse (sesti per numero di dribbling e uno contro uno). L’Empoli tira come la Cremonese (155 a 154 in totale a favore dei toscani), ma ha segnato 21 reti contro le 12 grigiorosse. La squadra di Dionisi è anche la settima squadra a generare più expected Goal (xG)*: sin qui ne ha prodotti 16,37, contro i 15,64 dei grigiorossi. Anche come tiri subiti, le due squadre lasciano agli avversari lo stesso numero di conclusioni (125 a 124 per la Cremo), ma gli azzurri hanno subito 4 reti in meno (15-11) e hanno concesso più xG* (14,22 a 13,37).

* Expected Goal (xG): una misura della probabilità che ha un determinato tiro di essere trasformato in gol.

Mauro Taino

Dati Wyscout S.p.A. (wyscout.com)

© Riproduzione riservata
Commenti