Commenta

Vanoli, cuore e grinta non bastano
Pesaro vince 95-83 all'overtime
contro una Cremona corta

Carpegna Prosciutto Pesaro: Henri Drell 2, Frantz Massenat 21, Ariel Filloy 4, Tyler Cain 12, Justin Robinson 7, Matteo Tambone 10, Beniamino Basso N.E, Michele Serpilli N.E, Marko Filipovity 16, Simone Zanotti 7, Carlos Delfino 16

Vanoli Cremona: TJ Williams N.E, Lazar Trunic 1, Giuseppe Poeta 6 , Fabio Mian 25, Marcus Lee 10, David Cournooh 4, Topias Palmi 13 , Daulton Hommes 24, Andrea Donda, Filippo Marchetti N.E, Filippo Gallo N.E.

Cremona ce la mette tutta, ma le assenze pesanti incidono sulla lunghezza del match e dopo un overtime la Carpegna Prosciutto Pesaro vince 95-83. Una settimana di duro lavoro, ma a ranghi ridotti per la Vanoli. Tanti acciacchi dopo la trasferta di Trento e la positività di Jarvis Williams rende il match di Pesaro ancora più duro.

Galbiati schiera Cournooh, Trunic, Mian, Hommes e Lee. Repesa risponde con Robinson, Tambone, Massenat, Cain e Zanotti.
Punteggio Basso nei primi minuti di gara, Cremona fatica a costruire e si affida tanto agli individualismi. 4-2 dopo 4 minuti di gioco.
Nella seconda parte di quarto Cremona si accende e apre un parziale di 2-8 firmato Mian. Dentro Poeta al posto di Trunic, ancora troppo acerbo (8-9)

Un tecnico a Hommes permette a Pesaro di accorciare, ma i cremonesi reggono bene in difesa e conducono 9-15. Galbiati visti i ranghi corti nel reparto lunghi schiera il giovane Andrea Donda.
I biancoblù si mantengono al comando con un super Mian da 11 pt: è lui il top scorer con Hommes a 5 punti e TJ Williams ancora a zero minuti. Il primo quarto si chiude 13-18 dopo un antisportivo di Poeta che ha permesso a Pesaro di accorciare.

Tyler Cain guida i padroni di casa e Pesaro si fa pericolosa nonostante lo 0/8 da tre (19-22). Cremona fatica ad attaccare: con Hommes sottotono e TJ Williams ancora a zero minuti, Tambone firma il sorpasso 24-22.
La Vuelle alza il ritmo dal perimetro e allunga su una Vanoli spaesata in attacco,  dei 23 punti di squadra, 11 sono di Fabio Mian.
Pesaro con Massenat si porta sul 19-5 di parziale nel quarto, Galbiati chiama time out sul 32-23, massimo vantaggio Carpegna.
L’antisportivo di Cournooh aumenta il gap a cronometro fermo, serve il 2/2 ai liberi di Hommes per spezzare il digiuno cremonese.
Pesaro è quasi perfetta e chiude il secondo quarto avanti 40-25 dopo un secondo quarto di 27-7. Cremona d’altro canto è stanca senza punti di riferimento in attacco.

Filipovity apre il terzo quarto con la bomba del +18 Pesaro, per Cremona ci si affida ai 2 di capitan Poeta. I biancoblù costruiscono poco mentre i padroni di casa mantengono un ritmo sostenuto in attacco.
Daulton Hommes si accende con una tripla, prontamente seguito da quella di Mian. Repesa chiama il time out per fermare il ritmo ospite, 50-35.

Mian si riconferma la principale bocca da fuoco cremonese con 16 punti a referto, a dar manforte Poeta, Cremona alza i giri. Delfino segna la tripla per tenere a bada una Vanoli in crescita, ma la Vanoli non molla: altra tripla di Hommes e 2/2 in lunetta di Mian (57-49).
Dal -21 a -5 con la tripla di Palmi, Cremona si affaccia agli ultimi dieci minuti di gara 59-52, 15 punti di Hommes e 19 di Mian.

Cremona apre il quarto periodo con due bombe da tre di Mian e Hommes, Repesa furioso chiama time out dopo 1 minuto e mezzo di gioco. (63-58).
Marcus Lee schiaccia subendo fallo, altri tre punti per Cremona, ma ancora una volta Filipovity segna la tripla del 66-61.
Botta e risposta di triple: Massenat, Mian, Palmi e Delfino (72-67). Ritmo alto e squadre in fiducia, Mian a quota 25 e 18 per Hommes, ancora metà quarto da giocare.
Cremona sposta la gara nel pitturato: Poeta e Lee siglano il terzo alley oop del match, Palmi segna il canestro con fallo e aggancio Vanoli: 72-72.
Pesaro si riporta avanti con Filipovity, poi parecchi errori da ambo le parti e cronometro che scorre: 74-73. Daulton Hommes si mette in proprio e sigla il sorpasso allo scadere dei ”24, 74-76.
Pasticcio a rimbalzo di Mian e quinto fallo di Cournooh. Possesso Vuelle con 10 secondi sul cronometro, Cain sbaglia l’appoggio, ma anche Lee commette il quinto fallo.
Cain fa 2/2 ai liberi, Cremona ha l’ultimo possesso con 4.3 secondi sul cronometro ma costruisce male il tiro, 76 pari e overtime.

Hommes da centro per sopperire alle mancanze e tanti errori in avvio, ma è Cremona che guida 79-80, dentro anche Trunic.
Cain si riconferma il problema numero uno per la Vanoli, il centro smista l’assist dell’86-80 di Delfino.
Hommes prova a tenere a galla i suoi, ma Pesaro dilaga e vince il match 95-83.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Guido Lombardi (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Guido Lombardi.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware