Commenta

Possesso palla ed
efficacia sottoporta: così
è cresciuto lo Spezia

Un'immagine della partita d'andata

Cremonese in campo questa sera, venerdì 24 luglio, alle 21.00 contro uno Spezia che si potrebbe presentare allo Zini già certo di non poter più ambire alla promozione diretta. Se il Crotone, infatti, dovesse vincere contro il Livorno nell’anticipo delle 18.45, i liguri sarebbero di fatto fuori dalla corsa alla promozione diretta.

Dopo un avvio stentato, la squadra di Vincenzo Italiano (vittoria al debutto, poi un punto in sei match) si è arrampicata sempre più in classifica fino a giocarsi addirittura il secondo posto. Col passare delle settimane, i bianconeri hanno via via accentuato il possesso palla (anche in virtù di un classifica che ‘imponeva’ ai liguri di dover fare la partita) fino a risultare la seconda squadra con le percentuali più alte (54,7%) dopo il Crotone.

Italiano si è affidato esclusivamente al 4-3-3 comunque attento (sesta difesa del campionato, terza miglior formazione per expected Goal* concessi, ultima per tiri subiti), riuscendo in ogni caso a risultare molto efficace in attacco (terzo miglior attacco), pur non avendo un volume offensivo d’eccellenza nella categoria: 15esima per expected Goal (xG)* prodotti, decima per tiri fatti, 13esima per percentuale di conclusioni in porta.

Lo Spezia in ogni caso arriva molto spesso nell’area avversaria (quinto per tocchi in area), affidandosi soprattutto al volume di passaggi (secondo come numero complessivo di trasmissioni e nona per passaggi nella trequarti, ultima come passaggi filtranti), pur non rinunciando ad affidarsi anche ai lanci lunghi (quinto in categoria). Senza palla, i bianconeri tendono ad avere un’intensità non particolarmente elevata nel pressing (quinto indice PPDA** più elevato) e, dopo il Benevento, sono la squadra che ingaggia meno duelli difensivi del campionato.

* Expected Goal (xG): una misura della probabilità che ha un determinato tiro di essere trasformato in gol.

**PPDA: passaggi concessi per azione difensiva che includono le azioni all’interno degli ultimi 60 metri di campo della squadra che attacca. Più è basso, più l’intensità del pressing è elevata.

mtaino

Dati Wyscout S.p.A. (wyscout.com)

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware