Commenta

Gerevini lancia il proprio fumetto
con le norme anti Covid: 'Il mio
pensiero va a chi è in difficoltà'

Una Sveva Gerevini in versione fumetto per la ripresa delle attività sportive individuali e con qualche consiglio utile per contrastare la diffusione del coronavirus che ha colpito anche e soprattutto la zona di Cremona. L’iniziativa è stata lanciata dal sito personale di Gerevini, atleta di Cremona Sportiva – Atletica Arvedi accompagnata da una lettera aperta dell’atleta: “Oggi vi presento Sveva in versione fumetto. Una Sveva sorridente che vuole spiegarvi come tornare al campo rispettando poche e chiare regole che la Federazione ha deciso di divulgare per rendere il nostro ambiente idoneo e sicuro con le nuove direttive sanitarie”.

Gerevini quindi racconta: “Ritornare a correre in pista dopo mesi di assenza è stata una sensazione unica. Questa lontananza dal campo mi ha portata a riflettere molto su quanto sia fondamentale per un atleta il contatto ed il feeling con il proprio ambiente: la deprivazione sensoriale della pista, l’atterraggio sulla sabbia, il tonfo sul materassone, l’occhiata verso le piante prese a riferimento per i lanci, lo sguardo fisso al cielo, sdraiata a terra, dopo le temute ripetute…Tutte queste emozioni, attese da settimane, sono tornate ad essere quotidianità e mi hanno resa consapevole della fortuna a poter rientrare a pieno regime senza particolari difficoltà”.

L’atleta, però, non si esime dall’esprimere un pensiero sull’emergenza sanitaria: “Là fuori, fuori da questa isola felice, che mi riempie finalmente di energia, ci sono persone e tanti ragazzi, che invece dovranno riprendere le proprie attività con un grado di difficoltà ben maggiore al mio. Il mio pensiero è rivolto costantemente a loro. C’è l’intera comunità che si deve rimettere in moto e che auspico possa percepire quanto prima la gioia di sentirsi di nuovo parte attiva di questa splendida nazione che sono orgogliosa di rappresentare. Ed è questo lo spirito che vorrei che fosse comune in tutti noi”.

“Guardare avanti con fiducia – conclude Gerevini – affinché quello che ci è capitato possa esserci di insegnamento e ci faccia capire quanto sia importante svolgere con onestà e lungimiranza il proprio lavoro. E’ venuto il momento di prendere come punti di riferimento i sani valori che trasmette lo sport e la mia amata atletica. Ogni sforzo, se uno ci crede realmente, verrà sempre ripagato: il mondo non si è mai fermato! Siamo noi che dobbiamo tornare a correre, con ancora più determinazione e lealtà nel ricordo e nel pieno rispetto di chi ha contribuito con la propria vita ad essere ciò che siamo”.

IL FUMETTO

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware