Commenta

Rastelli: 'Venezia gara della verità,
abbiamo bisogno dell'appoggio
incondizionato dei tifosi'

La gara della verità. Non usa giri di parole Massimo Rastelli alla vigilia della delicata sfida di domani, sabato 18 gennaio, alle 15.00 contro il Venezia. “In questo momento – ha spiegato il tecnico grigiorosso – dobbiamo essere tutti uniti: gli allenatori e i giocatori passano, ma la Cremonese resta per cui non dobbiamo disperdere il patrimonio che rappresenta la Serie B. Per riuscirci abbiamo bisogno dell’appoggio incondizionato da parte del pubblico. I tifosi hanno ragione ad essere delusi e arrabbiati e nell’aver criticato, a volte in maniera eccessiva, alcune prestazioni, ma nei 95′ minuti con il Venezia chiedo loro di sostenerci. Poi, a fine partita, ovviamente ognuno è libero di manifestare i suoi sentimenti come ritiene giusto, anche contestando. In primis dovremo essere noi a portare il pubblico dalla nostra parte attraverso la prestazione, come è successo nell’ultima parte della passata stagione, ma chiedo al pubblico di starci vicino anche durante i momenti di difficoltà che incontreremo durante la partita: in questo momento dobbiamo fare tutti gruppo per superare questo momento”.

Rastelli ha quindi aggiunto: “Stiamo lavorando sull’aspetto mentale, ma poi sono solo i risultati positivi che condizionano davvero. I ragazzi hanno la consapevolezza di non poter sbagliare più niente, dobbiamo essere in grado di reagire e di portare gli episodi dalla nostra parte attraverso l’atteggiamento. In questi giorni abbiamo lavorato per essere più efficaci, cercando comunque la compattezza, ma tutto quello che ci siamo detti, tutti i buoni propositi dobbiamo trasformarli sul campo: adesso dobbiamo far parlare i fatti”. La condizione della squadra, in ogni caso, non preoccupa l’allenatore campano: “La condizione generale della squadra è più che buona e da domani non potrà far altro che migliorare. In una settimana di lavoro normale, con la Lazio avrei fatto ‘rodare’ qualche giocatore in più in vista di questa partita, ma non tutti possono fare 90′ ogni quattro giorni in questo momento”. Proprio la partita di Coppa Italia ha lasciato in eredità l’infortunio di Michael Agazzi: “Nessuno lo avrebbe voluto, anche perché è un punto di riferimento importante per noi: fortunatamente abbiamo altri due portieri di valore”. Rastelli si è quindi soffermato sul prossimo avversario: “Il Venezia ha una precisa identità e gioca un bel calcio: hanno avuto anche loro un momento di difficoltà, ma la vittoria con il Perugia ha ridato un fiducia che in questo momento noi non abbiamo, anche se stiamo lavorando per ritrovarla”.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware