Commenta

Pallacanestro Crema,
cuore e difesa: Mestre
si arrende 69-54

Crema ritrova i due punti ed il gusto dolce della vittoria al termine di 40′ tirati contro la cenerentola Mestre. L’incontro si è risolto solamente nell’ultimo quarto, nel quale i rosanero di casa hanno concesso solamente 4 punti agli avversari ribaltando il risultato, dopo che la Vega Mestre era stata avanti praticamente dall’inizio. Coach Garelli schiera Forti, Fabi, Motta, Gaetano ed Antonelli. Il collega Volpato replica con Pinton, Di Prampero, Salvato, Bovo e Lazzaro.

Pronti via e Salvato buca letteralmente la difesa di Crema andando al ferro. Si capisce subito che Mestre si gioca molto mentre Crema sente la pressione del match. Il primo quarto si chiude con una tripla di Bonesso allo scadere che fissa il tabellone sul 20 a 23, dopo che Crema era riuscita a rimontare l’iniziale svantaggio. Gli uomini di Garelli trovano anche buoni tiri ma spesso li falliscono. La ricerca della conclusione da tre punti non dà buoni risultati, visto il 3/20 dell’intervallo ma Crema fatica anche a sfruttare la differenza di centimetri a centro area. Una buona mano agli ospiti la dà l’ultimo arrivato Castelli, provvidenziale in un match nel quale Bovo esce subito dalla partita con tre falli nel primo quarto.

I 42 punti che Crema accusa al passivo a metà gara, a fronte di 39 segnati, sono decisamente troppi, soprattutto al cospetto di una squadra che nelle prime sei gare ne ha segnati 62.5. L’intervallo consente a Crema di sistemare la difesa, ma l’attacco resta a secco per 4′ e Mestre raggiunge il massimo vantaggio (50/43). La reazione viene da una tripla di Del Sorbo e dall’esplosività atletica di Brambilla. Crema si chiude a riccio, concedendo solamente 12 punti nel secondo tempo (4 nel quarto finale) chiudendo il match sul 69 a 54.

“Nell’intervallo ci siamo detti che se avessimo incassato altri 40 punti la partita non l’avremmo vinta”, il commento di capitan Del Sorbo. “Abbiamo difeso forte e messo in campo tutto ciò che avevamo”. Anche il viceallenatore Pedroni sottolinea la prova difensiva dei suoi: “Lasciare solo 12 punti in un tempo agli avversari è un risultato importante, la base su cui costruire le nostre partite”. Arriveranno avversari più quotati, a partire da domenica prossima a Vicenza, contro i quali bisognerà fare qualcosa di più, ma i due punti ottenuti consentono di lasciare la zona più pericolosa della classifica e danno morale alla truppa di Garelli.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware