Altri Sport
Commenta

Desalu, sui 200 a Doha arriva
l'eliminazione in semifinale: tempo
troppo alto per i suoi standard

Non è riuscito a centrare l’obiettivo che si era prefissato alla vigilia, Fausto Eseosa Desalu, che a Doha, in Qatar, nel corso dei Mondiali di atletica leggera, si è fermato alle semifinali. Il suo tempo gli consentiva di sperare nell’approdo all’ultimissimo atto, che in effetti rappresentava la vera volontà dell’atleta delle Fiamme Gialle, cresciuto con la casacca dell’Atletica Interflumina di Casalmaggiore. Dopo avere superato le batteria ai ripescaggi, Desalu ha disputato una gara di semifinale poco esaltante: Desalu ha chiuso all’ultimo posto in 20.73, un tempo decisamente troppo alto per lui che ha il secondo crono all time in Italia (20.13) dietro a Pietro Mennea. In particolare Desalu è mancato dove solitamente fa sempre molto bene, ossia negli ultimi 70-80 metri di rettilineo. Un peccato, anche se va detto che, con il tempo ottenuto in questa stagione, Desalu ha già strappato il pass per le Olimpiadi 2020 di Tokyo: lo stesso Fausto però aveva ammesso di volersi meritare quella convocazione, facendo un buon Mondiale. Al momento la missione non è riuscita.L’occasione per il riscatto passa, venerdì 4 ottobre alle ore 20.05 (ora italiana), dalla staffetta 4×100, dove Desalu rappresenterà l’Italia assieme a Tortu, Jacobs e Manenti nella batteria. Eventuale finale sabato 5 alle ore 21.15 italiane.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti