Commenta

Ostiano Volley pronta
a festeggiare i 40
anni di attività

La formazione della stagione 1980-81 di Ostiano

La Pallavolo Ostiano si appresta a festeggiare i suoi primi quarant’anni di attività, ricorrenza che verrà celebrata con svariate iniziative con l’idea di ricordare, di settimana in settimana, i momenti ed i personaggi che hanno animato questo quarantennio. Cesare Domaneschi, dirigente che ha accompagnato Ostiano in questi quarant’anni, racconta le proprie sensazioni ripercorrendo la storia della società: “Siamo nati nel 1980 per volere del ragioniere Giorgio Serini che da Casalmaggiore, dove già ferveva il movimento pallavolistico, fu trasferito presso la sede di Ostiano della Banca Popolare. Fu lui a coinvolgerci in questa iniziativa per permettere alle figlie ed alle compagne di scuola di intraprendere questa disciplina. Iniziammo con il minivolley e l’anno successivo arrivò l’affiliazione alla Federazione con la partecipazione al campionato di prima divisione. Il primo gruppo di ragazze, integralmente di Ostiano, vinse l’under 15 ed essendo della medesima scuola, la Media di Ostiano, vinse anche i giochi della gioventù arrivando sino alla fase interregionale di Genova”.

“Abbiamo sempre cercato – prosegue Domaneschi – di fare le cose con criterio e passione e devo dire che i risultati, anche sorprendenti, spesso ci hanno premiato. Abbiamo avuto ottimi tecnici, giocatrici di livello tecnico ed umano ed un affiatamento unico a livello dirigenziale. Ogni traguardo ci ha dato lo stimolo necessario per affrontare e superare le difficoltà imposte dai salti di categoria o da periodi poco fortunati. A livello dirigenziale nessuno ha mai pensato di prevaricare gli altri, ognuno ha sempre avuto un ruolo definito e si è sempre speso con passione e competenza in quello. Per me restano indelebili i ricordi dei ritiri in montagna con giovanili e prima squadra ad Ossimo o Vezza d’Oglio presso le case parrocchiali nei quali dirigenti e genitori organizzavano la cucina, le pulizie e il rassettamento della casa. Una sinergia ed una unione d’intenti che, credo, sia sempre stata la nostra forza”.

Lo storico dirigente racconta come si arriva all’Ostiano di oggi: “Ci si arriva tramite una scalata fantastica che ha condotto Ostiano in A2 ed un periodo, quello successivo, nel quale abbiamo dovuto ridimensionare l’attività. Abbiamo ceduto il titolo a Casalmaggiore, che poi si è laureata campione d’Italia e d’Europa, mantenendo la terza divisione ed il settore giovanile per non disperdere il lavoro fatto in tutti gli anni. Siamo ‘sopravvissuti’ e da lì siamo ripartiti. Oggi vedo una Ostiano frizzante, attiva, tornata ad alti livelli, quelli che credo le competano e siano anche il massimo cui si possa aspirare. Vedo una ventata d’aria nuova anche a livello dirigenziale e mi compiaccio nel constatare che le direttrici siano sempre quelle: passione, entusiasmo e competenza. Io ho lasciato l’impegno da contabile per raggiunti limiti d’età e fa un po’ strano non essere sempre in palestra ma appena possibile torno al PalaVacchelli, guardo la squadra, parlo con gli amici dirigenti ed ho la sensazione di essere sempre parte di questa splendida realtà”.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware