Commenta

Una Freccia Nera
per la Cremonese
Kingsley si presenta

E’ stato presentato questa mattina, lunedì 9 settembre, Michael Kingsley, nono acquisto dell’estate 2019 della Cremonese. “E’ un ragazzo giovane – ha esordito il ds grigiorosso Nereo Bonato – che conosco bene sin dai tempi della Primavera del Bologna e del Mondiale Under 20. Può portare freschezza e brio, caratteristiche che tutti i giovani portano, in una squadra che ha grande forza fisica ma cui manca un po’ di velocità. E’ un ragazzo molto interessante, c’è la volontà di vederlo in campo per vedere cosa può fare, le sue qualità principali sono, certamente la velocità, ma anche la bravura nel recuperare palloni”. Bonato poi parla della trattativa con il classe 1999 che lo scorso anno ha indossato in Serie B la maglia del Perugia: “Sembrava dovesse venire subito, poi per le sue prestazioni e gli infortuni la situazione si è protratta. Credo che la chiave di volta sia stata quella di avere maggiore spazio a Cremona e quindi la possibilità di crescere ancora: a Bologna avrebbe avuto poco spazio, la situazione era buona, ma come tutti i giovani ha prevalso la volontà di giocare e avere minuti”.

Kingsley, che vestirà la maglia numero 28 e che non parla ancora perfettamente l’italiano, ha comunque voluto esordire nella nostra lingua per “ringraziare la società e il Cavaliere Arvedi per essere qui” e sottolineando come fosse “contento di essere alla Cremonese che è una bella squadra”. Il nigeriano ha quindi spiegato quali sono le sue caratteristiche: “Sono una mezzala destra, sono veloce e vorrei aiutare la squadra a vincere. Quando ho iniziato avevo un ruolo più difensivo, ma quando sono arrivato in Italia mi hanno spostato più avanti. Anche a Bologna, con l’infortunio di Dzemaili il mister mi ha chiesto se potevo giocare davanti alla difesa (in un centrocampo a due, ndr) e ho risposto: ‘Proviamo’. Pertanto, anche se il mio idolo è Kakkà, se ci fosse bisogno, sarei a disposizione”. Il neo acquisto grigiorosso era stato inserito dal Guardian nella ‘Next Generation top 60’ dei classe 1999 (leggi qui): “Sono stato sorpreso quando l’ho letto, ma anche contento: è una grande sfida e cercherò di dimostrare quanto valgo”. Kingsley, prima di rivolgere un pensiero a Sinisa Mihajlovic (“E’ una grande persona e un grande allenatore: è un combattento e spero che vinca la sua battaglia”), parla di Cremona e dei suoi nuovi compagni di squadra: “La città mi piace, c’è tanta gente in centro. Sono uno tra i più giovani, ma l’approccio è stato molto buono e sono stato accolto bene dai ragazzi, credo anche in virtù dell’esperienza del team. In allenamento ho visto una squadra molto forto, dobbiamo crescere insieme e giocare con personalità e fiducia”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware