Commenta

Urlo Chromavis: Vicenza
battuta 3-1 e l'Abo vola
in seminfinale playoff

Chromavis Abo-Anthea Vicenza 3-1 (25-13, 25-10, 24-26, 25-21)
CHROMAVIS ABO: Dalla Rosa 3, Cheli 16, Nicolini 4, Porzio 14, Gentili 15, Minati 16, Giampietri (L), Bressanelli 1. N.e.: Colombetti (L), Rossi, Marchesi, Russo, Raimondi. All. Barbieri.
ANTHEA VICENZA: De Stefani 6, Filippin 7, Visintini 13, Rossini 14, Assirelli 11, Bortoli, D’Ambros (L), De Toffoli, Scaccia 1, Zanguio. N.e.: Montanaro, Milan (L). All. Cavallaro.

Niente fatiche supplementari e primo obiettivo post-season centrato alla prima occasione. Dopo il successo di sabato scorso a Vicenza, la Chromavis Abo non si lascia
sfuggire la ghiotta chance di chiudere i conti davanti al caloroso e numeroso pubblico del PalaCoim, battendo 3-1 l’Anthea nella gara due dei quarti di finale play off di B1 femminile.

Grazie alla vittoria casalinga, la squadra di Leo Barbieri supera così il primo scoglio e vola in semifinale, dove deve attendere la vincente tra Iseo Serrature Pisogne e Acciaitubi Picco Lecco, con le lecchesi che dopo il ko di gara 1 hanno riaperto la serie vincendo in rimonta al tie break. Sabato 18 maggio il verdetto dell’incerto quarto di finale, mentre la serie di semifinale che vedrà protagonista la Chromavis Abo inizierà in ogni caso mercoledì 22 maggio.

Continua, dunque, il sogno di Porzio e compagne, arrivate ai playoff dopo una clamorosa rimonta nell’arco della regular season che ha permesso alle cremasche di passare dall’ottavo posto (e nove punti di distacco) alla terza posizione, poi difesa fino all’ultima giornata. Poi il viaggio negli spareggi promozione, dove Offanengo partecipa per la seconda volta consecutiva (e della storia), ma non vuole accontentarsi.

Contro Vicenza, è stato un match dai due volti: Offanengo autoritaria nei primi due set, praticamente senza storia (25-13 e 25-10), poi maggiore equilibro nella terza frazione, dove la squadra di Leo Barbieri è arrivata ad avere due match point (24-22), ma sul più bello si è inceppata, con Vicenza brava a riaprire il discorso (24-26). Spettacolare il quarto set, giocato ad alto livello dalle due formazioni, con la Chromavis Abo capace di allungare (18-11), resistere alla fiammata berica (18-15 e 23-19) e infine chiudere 25-21.

Videoservizio di Simone Arrighi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware