Calcio
Commenta

Dilettanti, impresa Romanengo
Salvezza Chieve e Torrazzo,
doppia gioia a Castelleone

La festa nello spogliatoio del Romanengo

Arriva la salvezza per il Romanengo, al termine di una stagione tiratissima in un girone estremamente equilibrato. Ai ragazzi di Roberto Scarpellini bastava un pareggio casalingo contro il Fornovo dopo il pareggio dell’andata (1-1) e stante la miglior classifica dei cremaschi. Invece, tra le mura amiche è arrivato un successo per 1-0 che ha fatto partire la festa a Romanengo.

In Prima H basta il pareggio al TorrazzoMalagnino per salvare la categoria contro la Polisportiva Futura: per i cremonesi un altro 1-1 dopo quello dell’andata, potendo sfruttare il fattore classifica. Il Castelleone (Prima I), invece, regola il Santo Stefano con un perentorio 4-1 ed accede al terzo turno playoff con ottime chance di raggiungere la Soresinese in Promozione. In coda, invece, al Chieva basta lo 0-0 ottenuto sul campo della Sported Maris per conquistare la salvezza in virtù del successo per 3-0 dell’andata, mentre i biancoverdi tornano in Seconda.

Proprio in Seconda Categoria, invece, il Sesto 2010 vince 3-2 sulla Montodinese nella finale del Girone J al termine di una partita ricca di colpi di scena, anche se alla squadra di Riccardo Miadoro sarebbe bastato un pareggio. Saluta invece la categoria il Gussola che perde con l’Acquanegra anche al ritorno (1-0). In Terza, infine, vincono le rispettive finali l’Oratorio Castelleone (2-0 al Vailate) e il San Luigi Pizzighettone (3-1) contro l’Oratorio Santa Maria.

© Riproduzione riservata
Commenti