Volley
Commenta

Il 2023 inizia con un ko per
Offanengo: Olbia vince 3-0

Inizio di 2023 amaro per la Chromavis Eco DB, che dopo le due vittorie di fine dicembre incappa nel primo ko del nuovo anno solare. Se a giugno la Sardegna aveva sorriso alle neroverdi con la storica promozione in A2 a Palau, questa volta la formazione di Giorgio Bolzoni ha alzato bandiera a Olbia, cedendo 3-0 all’Hermaea di Dino Guadalupi, già vittoriosa 3-1 all’andata al PalaCoim.1

Per Porzio e compagne, una prova incolore, rimanendo in partita di fatto solamente nel primo set, mentre i restanti due sono stati un monologo isolano. Offanengo (con il nuovo acquisto Alessia Pomili non ancora disponibile) ha pagato una giornata negativa tra errori e polveri bagnate in attacco, non riuscendo – a differenza dell’andata – a reggere il duello.

Il match è iniziato il minuto di raccoglimento chiesto dal Volley Offanengo per ricordare il campione cremonese Gianluca Vialli. Olbia parte meglio (14-10), Trevisan e Bartesaghi (le migliori tra le cremasche nel parziale) provano a ricucire (14-13). Quest’ultima attacca out per il 23-19 prima di rifarsi con gli interessi con due punti (23-22). Time out Guadalupi, poi due contrattacchi premiano Olbia (trascinata da Bulaich, 7 punti): 25-22.

Nel secondo parziale, Offanengo è sotto 8-3 (time out Bolzoni) e non ingrana (altra sosta sul 17-9), con l’Hermaea (protagonista con 3 ace e 5 muri) che vola nel finale con il turno in battuta di Miilen: 25-14 e 2-0, con la Chromavis Eco DB in grande difficoltà in attacco (19% di positività). Il copione non è diverso nel terzo set, con le sarde in cattedra (6 muri nel parziale) fino al 25-15 conclusivo.

A commentare il ko in Sardegna è coach Giorgio Bolzoni. “Abbiamo giocato punto a punto nel primo set, dove non siamo riusciti a concretizzare due-tre situazioni che potevano essere a nostro vantaggio. Poi ci siamo un po’ persi, Olbia ha spinto al servizio e noi abbiamo faticato a ritrovare il ritmo gara, commettendo tanti errori. L’Hermaea ha fatto bene le proprie cose e per noi è diventato tutto più difficile. La sosta ha influito dopo un buon momento? Non credo, più la capacità di Olbia di stare sulla gara rispetto a noi. In settimana ci eravamo allenati bene, mi aspettavo di fare una gara diversa, anche se è vero che loro in casa hanno sempre vinto e la differenza in classifica un po’ si nota”.

Domenica seconda trasferta consecutiva per la Chromavis Eco DB, di scena in terra modenese contro l’Emilbronzo 2000 Montale.

© Riproduzione riservata
Commenti