Basket
Commenta

La Logiman Crema
riparte da Ragusa

Seconda trasferta a lungo raggio per la Logiman Crema, che dopo la sconfitta di Reggio Calabria nell’ultimo incontro dell’anno inaugura la prima delle tre trasferte siciliane previste dal calendario. Avversaria di turno la Virtus Ragusa, attualmente a quota 6 punti, che occupa l’ultimo gradino della classifica in coabitazione con Reggio Calabria e Palermo.

La classifica attuale della formazione di coach Bocchino è pesantemente zavorrata dalla pesante situazione infortuni vissuta dalla franchigia isolana. Ragusa ha dovuto fare a meno, negli ultimi mesi, di tre titolari del calibro di Chessari, Sorrentino e Milojevic, pagando pesantemente dazio ed ha approfittato della sosta natalizia per recuperare gli infortunati e ripresentarsi al completo.

In casa cremasca la lieta notizia è rappresentata dal probabile esordio stagionale di Ivanaj, che andrà a controbilanciare la probabile assenza di Ziviani.  Difficile ipotizzare un quintetto iniziale in casa siciliana, dato che le assenze potrebbero aver stravolto le gerarchie. La Virtus gioca un basket veloce cercando appena può il contropiede in campo aperto.

Migliori realizzatori di Ragusa sono gli ex Crema Gaetano e Sorrentino, che sfiorano i 15 punti a partita. Il play Iannelli e la guardia Sorrentino saranno i principali pericoli dalla linea dei tre punti, mentre nel pitturato alla fisicità di Cassar si unisce stabilmente la propensione al rimbalzo offensivo del 2001 Zanetti. La varietà di soluzioni offensive di Gaetano ne fa il principale terminale offensivo, mentre ordine e regia sono le principali doti del play Chessari.

“Abbiamo ancora una trasferta lunga e gli infortuni ci tormentano, anche se adesso Ivanaj ci sta dando una grossa mano”, il parere di William Wiltshire. “Ragusa è squadra giovane e veloce, cerca la conclusione nei primi secondi dell’azione. Non dobbiamo adeguarci al loro ritmo ma eseguire i nostri giochi.”

© Riproduzione riservata
Commenti