Basket
Commenta

Basket Team Crema, la quinta
Coppa Italia, la prima Serie A

Il 2022 del Basket Team Crema sarà sicuramente ricordato come un anno storico, ovvero l’anno della vittoria del campionato di A2 e la promozione nella massima serie cestistica femminile italiana. La squadra allenata da coach Diamanti si è dapprima aggiudicata la quinta Coppa Italia consecutiva di A2, e poi a giugno ha ottenuto e coronato il grande sogno, vincendo contro Udine la finale playoff che ha permesso alle ragazze del Presidente Manclossi di salire in serie A1 e confrontarsi così con le migliori formazioni del panorama italiano.

A coach Diamanti, che ha accettato la ricca offerta di Ragusa, è succeduto il suo vice, coach Piazza, che in questa prima parte di stagione ha raccolto 3 vittorie nel girone d’andata, rimanendo per ora fuori dalla zona retrocessione diretta e lottando per i playout. Al Palacremonesi hanno già giocato formazioni del calibro della Famila Schio e la Reyer Venezia, la sera di Capodanno è arrivata la gloriosa Virtus Bologna, nomi altisonanti per una realtà come Crema, di cui bisogna solo andarne orgogliosi.

Capitan Caccialanza ha guidato un meraviglioso gruppo di ragazze a questo successo che resterà negli annali, nella storia di Crema, ancor più delle 5 coppe Italia di A2 consecutive (altro risultato clamoroso). Le prime americane della storia cremasca han messo piede in estate, lanciandosi in questa sfida delicata per loro, ma anche per la dirigenza biancoblu, che ha dovuto pescare aldilà dell’oceano per competere in questo campionato estremamente difficile.

Sicuramente il livello della A1 è nuovo per tante ragazze del Basket Team, ma la strada intrapresa è quella giusta, e anzi le 3 vittorie potevano essere sicuramente di più se qualche partita non venisse letteralmente persa per dei minimi episodi nel finale. Ora c’è una seconda parte di stagione intensissima che attende le ragazze di coach Piazza, e se il 2022 è stato memorabile e storico, il 2023 ha tutto per poterlo essere ugualmente. Crema ora fa parte dell’elitè del basket italiano, e la volontà è quella di restarci a lungo e continuare a far sognare una città innamorata delle proprie ragazze.

© Riproduzione riservata
Commenti