Basket
Commenta

La Vanoli stende Pistoia 80-67
e si regala le Final Four di Coppa

Una grande Vanoli Cremona sempre in controllo della gara batte l’orgogliosa Giorgio Tesi Group Pistoia 80-67. Cannon è granitico con 15 punti e 7 rimbalzi, 14 di Denegri. Oltre alla vittoria c’è anche il rientro in campo di Andrea Pecchia dopo la rottura del crociato a marzo, per lui 6 punti e 6 rimbalzi. Pistoia si aggrappa in più di una occasione a Varnado, autore di 22 punti e miglior realizzatore, ma questi non bastano per reggere al PalaRadi, Cremona vola così alle Final Four di Coppa Italia di marzo.

Un primo quarto ad elastico quella al PalaRadi tra Vanoli e Pistoia, ad iniziare bene sono gli ospiti che impattano un 2-6 grazie soprattutto ai pick and roll e i cambi di marcatura volti a creare mismatch sotto canestro. La Vanoli si ricompatta e torna in parità sul 6-6, dal quinto minuto torna poi finalmente in campo 276 giorni dopo l’infortunio Andrea Pecchia. La gara non accenna a smuoversi con le squadre che si inseguono fino a che Denegri non prova ad accendere la fiammella firmando il 16-11, ma dopo il primo giro di orologio i toscani tornano sotto 22-19.

Nel secondo quarto le formazioni litigano con il ferro per 5 minuti abbondanti, 3-1 il punteggio complessivo nei primi possessi. Serve un po’ di furbizia e gioco sporco alla Vanoli per risollevarsi e condurre la gara: salgono in cattedra Cannon, Tabu e Mobio, sopratutto i primi due con una grande intesa riescono spesso a bucare la difesa pistoiese. I toscani, orfani dei punti di Varnado nel secondo quarto e sopratutto dei soli 2 di Copeland si bloccano e all’intervallo inseguono 40-32.

Alla ripresa coach Brienza rimescola le carte: spazio a Daniele Magro per riempire l’area e aggiungendo centimetri sotto canestro, il gioco di Pistoia diventa più fluido e a beneficarne sono Varnado e Copeland che trascinano i toscani dal 43-36 al 48-45 grazie al dominio fisico e atletico. Cavina risponde levando Eboua, abbassando il quintetto con Cannon da centro “tascabile” e dando più possibilità al tiro rinunciando alle penetrazioni: Caroti ne piazza così 5 di fila che valgono il  56-50 alla mezzora.

Nell’ultimo e decisivo periodo Cremona scende in campo motivata e organizzata a chiudere la gara: Alibegovic apre con 5 punti personali, seguito da Caroti. Pistoia ci prova ma i biancoblù sono inarrestabili e aprono un parziale di 9-0 che indirizza nuovamente la gara, gli ospiti non possono più fare nulla spezzati sul campo e nell’orgoglio dalle bombe cremonesi, vince la Vanoli 80-67 e si conquista così le Final Four di Coppa Italia.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti