Pergolettese
Commenta

La Pergolettese chiude l'anno a
Piacenza, Villa: "Stringere i denti"

Ultima gara del 2022 per la Pergolettese, gara valevole per la prima giornata di ritorno . Dopo una serie di tre sconfitte consecutive, purtroppo inaspettate, la partita di venerdì 23 dicembre al Garilli assume ancora più importanza, come spiega il tecnico gialloblù Alberto Villa: “L’importanza penso che sia stata anche per tutte le altre precedenti, sia quelle che abbiamo vinto e anche quelle che abbiamo perso. Adesso bisogna bisogna stringere i denti e finire l’anno nel migliore dei modi. Sarà la prima giornata di ritorno e poi ci aspettano 19 partite che saranno tutte battaglie. Dobbiamo trovare al più presto quei venti punti che mancano per raggiungere il nostro obiettivo.”

Per Villa le ultime tre sconfitte consecutive, a livello morale e di convinzione, non hanno lasciato il segno sul gruppo: “Non lo credo. Dispiace a tutti noi per i risultati però, come dopo ogni partita, siamo andati ad analizzare dove sono stati comessi i nostri errori e dove sono state fatte le cose giuste. Dobbiamo cercare sempre di migliorare. Come ho già detto tante volte, sappiamo chi siamo e quali sono i nostri traguardi. L’ho sempre detto anche nel momento in cui le cose andavano meglio: sappiamo chi siamo e cosa dobbiamo fare. Dobbiamo lavorare tanto perché siamo una squadra molto giovane e stringere i denti in questo momento dove abbiamo anche qualche infortunio di troppo ”.

Domani visita al Piacenza, una squadra che ha vissuto un girone d’andata con parecchie difficoltà, ma che ultimamente ha dato chiari segnali di ripresa e lo ha dimostrato nella scorsa trasferta di Vicenza: “Non solo a Vicenza, l’ha dimostrato anche a Novara e in casa anche quando ha perso con la Pro Patria. E’ una squadra viva, una squadra forte, che a inizio stagione non si aspettava di trovarsi in quelle zone di classifica al termine del girone d’andata. Anche loro avranno avuto delle difficoltà, che pian piano stanno cercando di superare: quello che dobbiamo fare noi in questo momento. , La dimostrazione è la Virtus Verona, si può passare da momenti difficili, poi ci si riprende. Noi abbiamo avuto degli episodi sfortunati a nostro sfavore e stiamo aspettando ancora quel periodo positivo dove la sorte ci può dare una mano.”

Il tecnico gialloblù, infine, parla dell’imminente mercato: “La prima cosa importante sarà ritrovare tutti questi ragazzi infortunati. Sono ben sei che ancora non sono pronti,ma che li avremo a disposizione alla ripresa degli allenamenti. Con la società ho già parlato di quello che c’è bisogno. Speriamo che nel mese di gennaio si riesca a mettere dentro qualche innesto importante, perché questo gruppo ha bisogno di gente esperta, che abbia dei valori prima morali e poi tecnici”.

© Riproduzione riservata
Commenti